• Mondo Fuori

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Giornata Mondiale del Rifugiato 2018-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Amo l’Europa. Voglio prenderla dal verso giusto…

    cara Europa ti scrivo...ckick&read
  • Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • 3 Ottobre a Lampedusa-Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • Libera contro la mafia “Cento passi verso il 21 marzo”

  • 2 Giugno 2018-Festa della Repubblica Italiana

  • Stragi di Maggio: non dimenticheremo.

    G.Falcone: L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa.

  • Siria: continuiamo ad essere dentro una guerra insaziabile

    Chi bombarda cosa? Partono impietosi i razzi di USA, Russia, Francia, Regno UInito... immediatamente tutti gli altri si stanno accodando alla magnifica follia dei bellissimi missili Trumpiani! Ma quando , come e con chi ne verremo fuori? ONU batti un colpo di pace, please!

  • 13 Maggio 2018- Festa della Mamma

    festa della mamma 2018-storia di un' assoluzione
  • UN GIORNO, TUTTO QUESTO-Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

    Un giorno tutto questo...Torino 10-14 Maggio 2018

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 25 Aprile 2018- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • Sabato 24 e Domenica 25 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 92.963 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

G.Rodari-IL LIBRO DEGLI ERRORI. “Gli errori sono necessari, utili come il pane e spesso anche belli: per esempio…”

il libro degli errori

E sì ragazzi, è proprio vero quello che la saggezza popolare ci racconta da secoli: più si invecchia, più si torna bambini. O forse, più ci si abbandona al fanciullino che vive in noi e che, travolti dagli affanni quotidiani, ricacciamo spesso in un angolino invisibile.
La mia estate continua a vivere sprazzi di luce e fantasia tra le pagine di Rodari.

 

 

Una scuola grande come il mondo (p.151)

 

WIN_20160811_10_25_47_Pro (2)

C’è una scuola grande come il mondo.
Ci insegnano maestri e professori,
avvocati, muratori,
televisori, giornali, cartelli stradali,
il sole, i temporali, le stelle.

Ci sono lezioni facili
E lezioni difficili,
brutte, belle e così così.

Ci si impara a parlare, a giocare,
a dormire, a svegliarsi,
a voler bene e perfino
ad arrabbiarsi.

Ci sono esami tutti i momenti,
ma non ci sono ripetenti:
nessuno può fermarsi a dieci anni,
a quindici, a venti,
e riposare un pochino.

Di imparare non si finisce mai,
e quel che non si sa
è sempre più importante
di quel che si sa già.

Questa scuola è il mondo intero
Quanto è grosso:
apri gli occhi e anche tu sarai promosso.

 

Il  Libro degli Errori mi riconcilia con tutti gli errori fatti e quelli che, sicuramente continuerò a fare. Mi riconcilia con la loro natura umana, fallace, ma recuperabile. Prova che ti riprova, qualcosa impari di te e del mondo. Tra le lezioni imparate c’è proprio quella di dar voce più spesso al mio io-bambino.
Bellissima lettura che consiglio vivamente a tutti i “bambini”: giovani e vecchi; importanti e sconosciuti. A tutti coloro che amano questo mondo con tutti i suoi errori e che cercano disperatamente di renderlo sempre più bello.

La torta in cielo (p.143)

WIN_20160811_10_20_19_Pro

Io sono un sognatore,
ma non sogno solo per me:
sogno una torta in cielo
per darne un poco anche a te.
Una torta di cioccolato
Grande come una città,
che arrivi dallo spazio
a piccola velocità.

Sembrerà dapprima una nuvola,
si fermerà su una piazza,
le daremo un’occhiatina
curiosa dalla terrazza…

Ma quando scenderà
Comeuna dolce cometa
Ce ne sarà per tutti
Da fare festa completa.

Ognuno ne avrà una fetta
Più una ciliegia candita,
e chi non dirà “buona!”,
certo dirà “squisita!”

Poi si verrà asapere
(e la cosa sarà più comica)
Che qualcuno s’era provato
A buttare una bomba atomica,

ma invece del solito fungo
l’esplosione ha provocato
(per ora nel mio sogno)
Una sorta di cioccolato.

 

Ancora un paio di immagini dal mondo fantastico degli errori:

 

Per colpa di un accento (p.11)

pero

 

Per colpa di un accento
Un tale di Santhià
Credeva d’essere alla meta
Ed era appena a metà.

Per analogo errore
Un contadino di Rho
Tentava invano di cogliere
Le pere dal però.

Non parliamo del dolore
Di un signore di Corfù
Quando, senza più accento,
il suo cucù non cantò più.

 

Il professore e la bomba (p.20)

WIN_20160811_10_18_52_Pro

Il professor Grammaticus
Sentì dire da un tale:
Questa bomba all’idroggeno
Chissà poi se fa male!
Il bravo professore
Lo rimbeccò
all’istante:
-La bomba, signore caro,
è già tanto pesante,

con tutti i suoi megatoni
è già tremenda così,
non aggravi il pericolo
raddoppiano la “g”!

Rispose sgignazzando
Quel re degli ignoranti:
-Sono in contravvenzione
Per eccesso di consonanti?

-No signore, non scherzi
Con tali materie:
l’ortografia e la chimica
sono cose assai serie.

Al vecchio gas idrogeno
Chieda subito scusa,
cancelli dal suo nome
la lettera intrusa.
Poi con la stessa gomma,
sa cosa faremo?
Tutte quante le bombe acca
Dalla terra cancelleremo.

 

“Gli errori sono necessari, utili come il pane e spesso anche belli: per esempio, la torre di Pisa…” in Tra noi padri (prefazione)

Disegni di Bruno Munari

G. Rodari-GRAMMATICA DELLA FANTASIA, a pithy little book…

grammatica della fantasia

Back to  the 80s.  Any changes in Education?

 What has changed in the world of  Education, from 1988 to 2010? After twenty-two years, are  our children  now experiencing  new   creative approaches to Education? Are they offered the chance to use their “Fantasy” effectively?

These crucial questions, are  a sort of  invitation to  the readers to make a comparison between some aspects stated in my review of Rodari’s book[1] and the present state of Education in general, and of Foreign Language Teaching, in particular.

Probably some   problems have been solved, also through the great innovations introduced by new technologies, but many more are still unsolved and, what is worse, no interest seems to inspire  our politicians for a more rspectful approach to the Education of young people.

One more word about  the English style of the  review. It evidently shows some faults. However, it proves how learning a foreign language is a sort of work-in-progress, an ongoing attempt to improve one’s own style. So, some sentences should be rewritten in a more appropriate and  fluent discourse, but let’s take it as it is, coherently with what  said above.

 

A review of Grammatica della Fantasia 1988

“Imagination is more important than Knowledge” A. Einstein

Gianni Rodari It was the end of March and I had just started to read Gianni Rodari’s “Grammatica della Fantasia”[2], a pithy little book that my daughter Patrizia had borrowed from her school library. I was enjoying the humorous and intelligent stories as well as the pleasant and involving style when the first number of “Problems and Experiences” for 1988 arrived. I quickly skimmed the index to have a general idea of the contents and I was pleasantly surprised by the title of Cuenca and Carmona’s[3] article on their experience with Rodari’s book. I immediately began to to turn over the pages to find what I was mostly interested in at the moment. I was extremely curious.

My curiosity went together with a certain satisfaction in having my hypothesis on the possibilities of using Rodari’s suggestions in an English classroom verified and acknowledged in a journal of  such great importance and relevance for English teachers.

But this last statement is a bit restrictive for Rodari has been a “Maestro”. His view of life for anybody whose professional aim has been to “educate”. His view of life has always been fundamental for his teaching behaviour. His great respect for students, for their personalities has been the basic element of his pedagogy.

Children do not stop being persons when  they enter school; they retain human complexity in all phases of their lives . They do not become empty containers to be filled with notions and words and nonsense. Rodari understood, much earlier than others in Italy, that school should take active part in making children into men and women, in fostering creativity so as to realise, at every moment, the fundamental connection between school and life. In “Grammatica della Fantasia” he gives us an example of how it is possible to develop students’ creativity by teaching in an imaginative way.

People-and children in a special way-have a large amount of creative power; why repress or kill it? Our school policy seems to reflect a plan well designed to achieve this aim. Creativity is dangerous; free judgement and interpretation must be oriented and kept under control. Our school is able, unfortunately, to perform this task very well.

The conditions in which a teacher is obliged to work are, at the moment disastrous. There are no connections between the different levels of education and no prospects of improving the situation.

Teachers of “Scuola Superiore” are often obliged to do a large amount of work which the “Scuola Media” and the “Scuola Elementare” are supposed to do and, if they do not go over again what should have been the ground of their predecessors, their work will often be unsatisfactory and fragmentary.

Students’ minds seem to be organized in watertight compartments. Each subject lies apart  in its own little cell and is strictly separated from the others. Nothing seems to bring them together, to create any sort of relationship. Teachers seem to fear a more direct contact with their colleagues and, even if they are bright, friendly people and are sincerely interested in doing their work well, they often are not able to establish closer and fruitful relationships capable of creating effective interdisciplinary associations which could help students overcome the rigidity of their cultural preparation.

To tell the truth, the task is very difficult, but not always impossible, especially for English teachers who are particularly sensitive to students’ needs, in part because teaching must always be challenging, interesting and motivating in order to make a foreign language, in the school context, more appealing. To this purpose, teachers often appeal to the students’ imagination using an “imaginative approach” to writing, as in the experience of Cuenca and Carmona. In this way they contribute to stimulating student’ creativity in the terms Rodary has stated.

This is a way of fostering all creative processes, of making students conscious of their potentialities and of helping them to become more self confident and successful.

It is a way of satisfying the “Rights of Fantasy” always neglected in favour of a misunderstood supremacy of reason.




[1] Fortuna  O. Gianni Rodari’s  Grammatica della Fantasia: a review, in Problems and Experiences in the Teaching of English, 4//88 La Nuova Italia. Oxford Unversity Press, Firenze 1988.
[2] Rodari G.,  Grammatica della Fantasia, Introduzione all’arte di inventare storie, Piccola Biblioteca Einaudi, 1983
[3] Cuenca  C.M., Carmona,R.F., Gianni Rodari’s  Grammatica della Fantasia in the English Class, in Problems and Experiences in the teaching of English, 1/88,p. 16,La Nuova Italia. Oxford Unversity Press,Firenze 1988
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: