• Mondo Fuori

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Giornata Mondiale del Rifugiato 2018-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Amo l’Europa. Voglio prenderla dal verso giusto…

    cara Europa ti scrivo...ckick&read
  • Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • 3 Ottobre a Lampedusa-Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • Libera contro la mafia “Cento passi verso il 21 marzo”

  • 2 Giugno 2018-Festa della Repubblica Italiana

  • Stragi di Maggio: non dimenticheremo.

    G.Falcone: L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa.

  • Siria: continuiamo ad essere dentro una guerra insaziabile

    Chi bombarda cosa? Partono impietosi i razzi di USA, Russia, Francia, Regno UInito... immediatamente tutti gli altri si stanno accodando alla magnifica follia dei bellissimi missili Trumpiani! Ma quando , come e con chi ne verremo fuori? ONU batti un colpo di pace, please!

  • 13 Maggio 2018- Festa della Mamma

    festa della mamma 2018-storia di un' assoluzione
  • UN GIORNO, TUTTO QUESTO-Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

    Un giorno tutto questo...Torino 10-14 Maggio 2018

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 25 Aprile 2018- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • Sabato 24 e Domenica 25 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 93.060 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

Sopravvivere alla campagna elettorale 2015-Le tentazioni dell’elettore

 

voto regionale 2015

Si avvicinano le elezioni  regionali di fine Maggio. Ancora una volta ci troviamo  di fronte all’invasività  della campagna elettorale in fase finale.

Da mesi ormai i due supergalli del Pollaio Italia, Salvini e Renzi, si danno un gran daffare  per occupare spazi  mediatici di tutti i tipi.

Le recenti  campagne elettorali mi hanno  molto coinvolto, ponendomi  dilemmi esistenziali laceranti. Oggi, di fronte ad un panorama fatto di  corse alla riforma, di arrembaggio dilettantesco su tutti i temi, di  orgia del potere o meglio, della corsa al potere, credo di poter finalmente sfoggiare un distacco filosofico che la mia età mi consente.

Stop talk shows (patetici), stop discussioni politiche  casalinghe (rischio il divorzio); stop pagine e pagine di giornali sui soliti noti da mettere in primo piano. Via, invece, con lunghe passeggiate, vita all’aperto e divertimento.

Eppure alcune tentazioni  sono  dietro l’angolo e mi spingono a pensare:

  1. non andare a votare (nonostante una lunghissima e onorata carriera di elettrice)

  2. votare M5 Stelle (nonostante le ingenuità, le scorrettezze, la superficialità e una gestione del “potere” dei capi a volte inquietante)

  3. votare persone che stimo a prescindere dal partito (ce ne sono?)

  4. continuare a votare seguendo il mio cuore (why not?)

  5. votare seguendo  l’opportunismo dilagante (una svolta non buona, ma nella vita si può “impazzire”)

Cederò ad Oscar Wilde?

I can resist anything except temptation

 

 E  a quale tentazione cederò? Dopo una bella notte di  sonno…deciderò.

dormire bene

Matteo Renzi e le raffinatezze comunicative in Inglese: Job Act o Jobs Act?

Finalmente ho capito! Tardi è vero, ma forse ho capito.

jobsactRenzi e l’Inglese non vanno molto d’accordo, ma il ragazzo si impegna e qualche passo avanti lo sta facendo, ben guidato ed assistito.

 Ma c’è qualcosa che  fino ad oggi  mi ha creato qualche perplessità linguistica:  l’uso del plurale nella definizione della proposta di legge sul lavoro, Jobs Act.

Non è corretto, per quanto ne so io, meglio sarebbe Job Act, dove job assume valore di aggettivo e dunque è invariabile.Esperti, giornalisti e commentatori usano le due forme in libertà, qualcuno con un certo imbarazzo, altri per ignoranza o assuefazione.

Allora, perché la squadra renziana ha optato per Jobs Act Oggi ho capito che  il presidente Renzi, ammaliato da Steve Jobs (in compagnia di  milioni e milioni di persone che  subiscono il fascino meritatissimo del grande imprenditore), non poteva studiare con il suo team di esperti comunicatori un modo migliore per “condizionare” elettori e ammiratori.

Confusione propagandistica tra Job e Jobs, persuasione più o meno occulta… e il mito di una certa visione del lavoro, specchio dell’Uomo di Cupertino, scava e scava, costruisce torri altissime e lucenti, come una goccia d’acqua  fa nelle grotte di Castellana, ma a velocità spaziale!

E funziona. Almeno dal punto di vista comunicativo, visto che nessuno si è sognato anche solo di accennare al piccolo refuso linguistico. Ma forse sto esagerando e forse nell’americanizzazione dilagante  della lingua Inglese anche Jobs Act è accettabile.

D’altra parte lo dice Renzi e se lo dice lui…

che ne pensa la rete?

Professoresse e contraddizioni nel Brave New World renziano.

contraddizioniIl nuovo mondo renziano mi accoglie e mi respinge, in una danza quasi macabra.

Mi lascia entrare perché sono una professoressa e tutti, tempo fa, hanno avuto modo di sentire gli accalorati discorsi del Presidente del Consiglio a favore della scuola, dei maestri e dei professori. In molti lo hanno votato e hanno anche comprato qualche libro in più. Oggi l’eco delle sue perorazioni è quasi spento, dissolto nel fluido magico del 40%.

E tuttavia, come professoressa, vuole lasciarmi fuori dal suo mondo. Perché? Perché sono una pensionata che finalmente può e deve lasciare spazio ai giovani. Sarebbe bellissimo se lasciassi anche metà della mia pensione nelle casse dello stato, ma questo è ancora allo studio (ora stiamo lavorando  sulla reversibilità)…

Istruzione_Pace_nelson_Mandela-3eabeStrano però che i miei ex colleghi più o meno coetanei, siano costretti a lavorare fino a 67 anni. Magari a loro piace, direte, li aiuta a sentirsi meno vecchi, aggirandosi volenterosi tra le palpitanti pulsioni adolescenziali. Ma non è sempre così e forse in molti vorrebbero avere la possibilità di scegliere.

 

non è un paese per giovaniMi lascia  fuori dal Meraviglioso Mondo Nuovo perché continuo a lavorare grazie a un’esperienza intensa e gratificante di studio/lavoro che mi ha permesso di costruirmi una professionalità ancora spendibile e ricercata. Anatema! Ma i principi di rottamazione valgono solo per alcune categorie?

D’altra parte questi benedetti pensionati dovrebbero smetterla di  fare volontariato nelle scuole e  togliere così opportunità ai giovani (e questo lo capisco di più, anche se mi chiedo   come si pagherebbero i nuovi assunti). Mamma mia che confusione!

Ecco in questo nuovo mondo sono con un piede dentro e uno fuori, o meglio, sono pericolosamente contraddizioni1in bilico tra l’accettazione e l’espulsione.

Fortunatamente continuo ad avere una bella testa pensante e un cuore appassionato che mi permettono di non cedere alla frustrazione e ai sensi di colpa “generazionali”.

Faccio la mia vita e prendo le mie decisioni. Magari, chi può dire, ne prenderò anche alcune che potrebbero aprirmi le porte del Brave New World renziano, ma non contateci troppo!

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: