• Mondo Fuori

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Giornata Mondiale del Rifugiato 2018-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Amo l’Europa. Voglio prenderla dal verso giusto…

    cara Europa ti scrivo...ckick&read
  • Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • 3 Ottobre a Lampedusa-Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • Libera contro la mafia “Cento passi verso il 21 marzo”

  • 2 Giugno 2018-Festa della Repubblica Italiana

  • Stragi di Maggio: non dimenticheremo.

    G.Falcone: L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa.

  • Siria: continuiamo ad essere dentro una guerra insaziabile

    Chi bombarda cosa? Partono impietosi i razzi di USA, Russia, Francia, Regno UInito... immediatamente tutti gli altri si stanno accodando alla magnifica follia dei bellissimi missili Trumpiani! Ma quando , come e con chi ne verremo fuori? ONU batti un colpo di pace, please!

  • 13 Maggio 2018- Festa della Mamma

    festa della mamma 2018-storia di un' assoluzione
  • UN GIORNO, TUTTO QUESTO-Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

    Un giorno tutto questo...Torino 10-14 Maggio 2018

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 25 Aprile 2018- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • Sabato 24 e Domenica 25 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 93.065 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

Oziose domande d’estate: a che serve FACEBOOK?

 

Sono spesso tentata di  abbandonare Facebook. Poi mi trattengo e cerco di capire perché ci sono dentro, e ci rimango.

È sicuramente una trappola psicologica. Lo è per i genitori lontani dai figli, per gli insicuri in preda alla dipendenza da social; lo è per coloro che si illudono di  mantenere i contatti con amici  e conoscenti, vicini  o lontani  ormai ombre del passato, lo è per chi da sfogo alle sue paure violente e  per chi le subisce, lo è per chi cerca amore, affetto, comprensione e riconoscimento.  È comunque una trappola per chi si illude che moltiplicare i like moltiplichi la felicità.

A proposito, il numero dei like o degli accessi si può comprare! La prima volta che ho ricevuto (uno dei cento e più) inviti da Fb ad acquistare fino a 10.000 accessi  per un determinato post pubblicato  su Affascinailtuocuore, sono rimasta basita.  Compri fino a 3000 accessi ad un dato post se paghi  2 euro;   fino a 10.000 per 5 euro e così via… Allucinante. ma è il mercato bellezza! E comunque per chi  vuole fare business  questa è una chance.

Tornando a Facebook, dove mi colloco io? Sicuramente  in uno spicchio  della relazione genitori-figli, ma soprattutto nel desiderio di  condividere   e scambiare  riflessioni sui libri e  sul mondo che mi circonda.  Mi piace l’idea di poter raggiungere, senza averne spesso la certezza,  quel mondo variopinto, creativo, dolente o felice, spensierato o pensieroso dei miei ex studenti. Quella marea di adolescenti vocianti, tanto diversi e tanto uguali tra di loro, che dopo la maturità si sono trasformati per me in  entità quasi evanescenti.

Sono centinaia di ragazze (soprattutto) e ragazzi  con i quali ho condiviso  anni interi tra personaggi letterari, parole, regole, scherzi, stanchezze, entusiasmi, noia, felicità, rabbia, compassione, dolore. Ora  sono adulti  che  stanno portando avanti la loro personale battaglia. Spesso mi chiedo:

“chi erano  realmente quegli adolescenti sguscianti e guizzanti? che sogni e che idee politiche stavano coltivando? quanto li ha aiutati a maturare  il percorso fatto insieme?”

Solo di alcuni  continuo  a sapere qualcosa, così, casualmente, a volte proprio tramite Facebook.

Proprio oggi,  mentre decido di scrivere queste quattro leggerezze, mi arriva per posta il programma dell’ Estate Sotto le Stelle di Selvazzano, con  molti  eventi musicali, teatrali, artistici e giocosi. Tra questi il concerto  di una giovane cantante, Sara Robin il cui nome associo immediatamente all’immagine che mi è rimasta di lei,  dell’adolescente intelligente e inquieta che ho incontrato a scuola, di cui ricordo l’amore per la musica trasmessole dal padre e il  desiderio di  coltivare tale  passione. A quanto pare ci sta riuscendo. Era in una classe molto vivace e creativa di cui ho un bellissimo ricordo.

Allora decido di contattarla su FB, le chiedo l’amicizia e mi sento strana, ma è l’unico modo per farle giungere il mio piacere di  averla trovata a fare le cose che ama. E lei risponde subito, con altrettanta piacevole sorpresa. A Settembre andrò a sentirla cantare.

Facebook serve anche a questo, e mi piace…

Con l’ Ensemble Albalonga alla scoperta del patrimonio musicale delle Americhe

ensemble-Albalonga-2013a-e1369642218493

Nel gruppo Sergio Leo, secondo da sinistra, Docente di Spagnolo (Liceo Linguistico P.Scalcerle di Padova) e musicista raffinato

Incontro musicale con

l’Ensemble Albalonga,

il 13 Giugno 2014

presso la Sala Eleonora Tallone

Isola San Giulio, ore 21.15.

 

 

 Nei primi anni del Seicento, approdò a Buenos Aires, un giovane musicista belga la cui vocazione religiosa lo portò a preferire un futuro d’avventura piuttosto che il suo invidiato posto di violista da gamba presso la corte arciducale di Bruxelles. Tale Jean Vaisseau fu molto probabilmente il primo musicista europeo approdato nei territori del Rio de la Plata. Il suo itinerario, è il simbolo per i musicisti d’Albalonga, che nel recuperare il particolarissimo repertorio musicale, ne hanno ereditato il nome: il Capitolo della Beata Virginis in Albalonga.

 

390px-Orta_veduta

Un viaggio di scoperta della cultura musicale  delle Americhe da non perdere!

amici dellamusica Cocito

 


 

 da Padovando Magazine un assaggio musicale:

logo-padovando

 

 


 

Ensemble Albalonga  è su  Facebook

E.Albalonga_fb

 

 

Sergio Leo-il mondo globale della fantasia e della musica

Sergio LeoNon vedo modo migliore per augurare buone vacanze a chi, come Sergio Leo, rende la scuola un mondo aperto e magico dove vivere e lavorare, lasciando liberi e nutrendo la fantasia, la mente e il cuore.

Grazie Sergio!

Ci emozioniamo con te ascoltandoti qui:

 

No soy de aquí, ni soy de allá 

 

di Facundo Cabral (read more  in Corriere Cultura)

 

Il cantautore argentino Facundo Cabral era nato a La Plata il 22 maggio 1937. Di famiglia poverissima, era conosciuto per le sue canzoni sulla libertà e la pace. Il suo pezzo più celebre era «No soy de aquí, no soy de allá»
Il cantautore argentino Facundo Cabral era nato a La Plata il 22 maggio 1937. Di famiglia poverissima, era conosciuto per le sue canzoni sulla libertà e la pace. Il suo pezzo più celebre era «No soy de aquí, no soy de allá»

 

 

 

E.A.Abbott- FLATLANDIA. Satira, Distopia e Paura del Diverso

flatlandia[1]

Da Tuttolibri di oggi,  Sabato 2 Luglio 2011, segnaliamo con grande piacere l’invito a leggere Flatland, a Romance of Many Dimensions, di E.A. Abbott.

Un romanzo che attraversa  con grande efficacia la satira, la distopia e la paura del diverso. Una lettura  importante per tutti e soprattutto  per i  giovani.

 Tanto importante da diventare protagonista di una bella esperienza didattica di cui  voglio raccontarvi la storia.  

 

FLATLAND: A PLACE IS A LANGUAGE

A CLIL module to refresh students’ interest in scientific subjects

Based on A.E. Abbott Flatland, A Romance of many dimensions, 1884 

 

The CLIL module here presented was carried out by the English and Mathematics teachers in the fifth form of a Language Course, at  ITAS “P.Scalcerle”, a secondary school in Padua.

The aim was to creatively refresh the students’ interest in Mathematics and Physics through the integration of the scientific area with the literary and linguistic “dimensions” of English.

The fantastic English novel, Flatland, A Romance of many dimensions, written by A.E. Abbott in 1884, offered the ground for the analysis. In fact the main characters of the story are geometrical figures and the setting consists in different dimensions and/or fantastic worlds and unusual situations. Style is basically realistic, denotative and scientific, but also rich in irony and satire.

The project is presented and discussed in this paper to assess the experience and highlight its most qualifying aspects, among which the theoretical reference supporting the didactic choices made and the role and level of participation of the discipline teacher. A basic proposal for assessing and optimizing his competence on the medium language is introduced as hint for further development in the field…read the paper

Il lavoro presenta  spunti interessanti di applicazione di approcci  metodologici innovativi come il CLIL  (Content and Language Integrated Learning) e il Cooperative Learning.

Con  gli studenti  di una classe Quinta del Liceo Linguistico “P. Scalcerle” di Padova e con il collega di Matematica e Fisica abbiamo impostato un percorso didattico articolato basato su:

-concetto di Competenza Parziale (Quadro Comune Europeo di Riferimento per l’Insegnamento/Apprendimento delle Lingue Moderne) per permettere al docente di Matematica di  partecipare alle attività sfruttando le sue competenze nella Lettura e Comprensione di testi  scientifici   in Inglese;

-sviluppo  delle abilità linguistiche superiori degli studenti . 

Fanno buona compagnia a questo romanzo integrandone il contenuto e il messaggio, due ben note Distopie trattate a scuola nel programma di  Lingua e Civiltà Inglese: 1984 di George Orwell e Brave New World di Aldous Huxley.

 

N.Hornby-A LONG WAY DOWN. Quando una studentessa consiglia un libromolto interessante…

“Can I explain why I wanted to jump off the top of a tower block?”

clip_image002

Enter a caption

“ The story is written in the first-person narrative from the points of view of the four main characters, Martin, Maureen, Jess and JJ. These four strangers happen to meet on the roof of a high building called Topper’s House in London on New Year’s Eve, each with the intent of committing suicide. Their plans for death in solitude, however, are ruined when they meet. The novel recounts their misadventures as they decide to come down from the roof alive – however temporarily that may be”.

 “ Hornby’s best novel to date, impossible to put down… how can an examination of four people’s anguish be so enthralling!” Ruth Rendell, The Guardian

“Perhaps the funniest and most exhilarating novel ever written about group suicide. A long way up from much modern fiction, which seems to have been written to supply us with reasons to jump” The Village voice

 Technically perfect the use of “the multiple point of view”. The story is interesting and involving, yet sometimes sad and depressing. Hornby’s subtle irony  paradoxically highlights his deep inspiration on the subject and on the too many “Why”  in the life of ordinary people. Wonderful book!

 Silvia Ceccato, a student of mine, highly recommended it. I took her advice and so did some class mates of hers. The experience was illuminating. When such good ideas come from your students you cannot help thanking God or Whoforhim to have chosen the job you are doing. The deep sense of satisfaction radiating from Silvia’s eyes while she was presenting and discussing her review to the class marked a meaningful step in our common work and experience.

Every time I happen to read the notes I scribbled on the pages of Hornby’s novel I always end up  giving new value and importance to the reason why I began to read it.

Silvia was only sixteen, she was in her third year of a language course in a State lyceum in Padua and she had already devoured one book after another: in Italian, in English, in German, independently from the requests of the school curriculum. A sort of miracle! The movie?

 The Movie? Less convincing.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: