• Mondo Fuori

  • LIBERA-100 passi e oltre verso…

    21 Marzo a Padova XXIV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 15 Marzo Climate Strike. Gli studenti del mondo manifestano per clima e ambiente

    Fridays for Future- giovani alla riscossa- Appello disperato agli "adulti" Agite subito per questa nostra Terra! “Our house is on fire, I am here to say our house is on fire."

  • 8 Marzo-Diritti delle Donne. Una lotta continua…

    Il racconto dell'ancella di M.Atwood-Giochi di potere sul corpo delle donne

    Per il ritiro del DDL Pillon e la riaffermazione della libertà di scelta degli "Italiani", uomini e donne liberi. Margaret Atwood-Il Racconto dell'Ancella: " In un’America reduce da una catastrofe ecologica, che ha falciato gran parte della popolazione e messo in forse la stessa sopravvivenza della specie, un gruppo di fanatici religiosi ha fondato uno stato totalitario, Galaad, riducendo in completa schiavitù le donne. I rapporti umani, sociali, culturali sono stati aboliti: unico supremo fine è la procreazione. Attraverso il diario segreto della giovane “ancella” Difred, si delinea l’inquietante profilo di un mondo futuro ma non troppo, già presente in embrione nella società degli anni Ottanta...apri il link all'immagine per continuare

  • Amo l’Europa. Voglio prenderla dal verso giusto e allora VOTO.

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Giornata Mondiale del Rifugiato 2018-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Dove operano le mafie: sguardo sul Nordest

    G.Falcone: L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa.

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria per continuare a ricordare, andando avanti

    “Despite everything, life is full of beauty and meaning.” ― Etti Hillesum, Lettres De Westerbork

  • 10 Dicembre 1948 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

    Restare umani è un diritto-dovere. Dopo 70 anni, a che punto siamo?

  • 3 Ottobre a Lampedusa-Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...

  • 2 Giugno 2018-Festa della Repubblica Italiana

  • Siria: continuiamo ad essere dentro una guerra insaziabile

    Chi bombarda cosa? Partono impietosi i razzi di USA, Russia, Francia, Regno UInito... immediatamente tutti gli altri si stanno accodando alla magnifica follia dei bellissimi missili Trumpiani! Ma quando , come e con chi ne verremo fuori? ONU batti un colpo di pace, please!

  • 13 Maggio 2018- Festa della Mamma

    festa della mamma 2018-storia di un' assoluzione
  • UN GIORNO, TUTTO QUESTO-Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

    Un giorno tutto questo...Torino 10-14 Maggio 2018

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 25 Aprile 2018- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • Sabato 24 e Domenica 25 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Liberi Lettori di Libri: Maria Luisa

    Spazio dedicato a chi vuole condividere le proprie letture con Affascinailtuocuore e con voi tutti. nuova recensione di Maria Luisa! Clicca sul triangolo per saperne di più.

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 95.269 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

Consett Erasmus+ 20 anni dopo-Se una cena con i protagonisti riaccende memorie, realtà e speranze. In allegria.

 

 

A volte si verificano delle “congiunzioni astrali” che generano  buonumore e speranza.  Romina coglie al volo il momento favorevole e lancia su Whatsapp una proposta al gruppo che ha partecipato allo Stage Leonardo LLP (oggi Erasmus +) del 1997 a Consett-UK:

Che ne dite di festeggiare insieme  i 20 anni (poco più) dal fatidico  Stage a Consett?

Dietro la richiesta  ci deve essere stato un gran lavoro di recupero numeri telefonici, contatti, programmi. La risposta arriva  immediata, e positiva. Fissiamo giorno, ora e luogo d’incontro, 30 Novembre ore 19.30, Osteria del Picchio a Selvazzano-Padova.

Ci presentiamo con circospezione, quasi nel timore di non riconoscerci o di rivederci in modo  troppo diverso. Invece, con naturalezza, ci abbracciamo, sorridiamo, ci emozioniamo.

IERI 1998-Stagisti a Consett con prof Ornella

Arrivano tutti. Quei pochi che mancano li contattiamo via Whatsapp. Marco, Expat in Canada, Elsa impegnata con il lavoro, Silvia con il bambino da allattare, Rossella on duty a casa. La reazione è la stessa per tutti, felicità, un pizzico di rammarico per non esserci e un forte desiderio che ci sia una “prossima volta”.

Morena propone un gioco quasi televisivo, da reality… così per riposizionarci: a turno ci ripresentiamo e condividiamo la nostra realtà, i sogni realizzati, le aspettative deluse, i rimpianti (pochi) per il passato, le speranze per il futuro. Tutti, ma proprio tutti, ci riconosciamo  in un’ anima comune Europea che la scuola frequentata, IIS Scalcerle di Padova , e lo stage a Consett hanno alimentato.

OGGI 2018- Stagiste Consett con prof Ornella e Mauro

Da parte nostra, Ornella e Mauro, convinti progettisti Europei, coraggiosamente innovatori, non riusciamo a nascondere la soddisfazione di aver piantato, nel lontano 1994,  i semi di una tale crescita, di vederne oggi  i rigogliosi frutti nella vita e nelle esperienze di questo scoppiettante gruppo di donne e di  immaginare quelli dei  numerosi altri gruppi che hanno vissuto questa esperienza. Molti altri ancora  avranno l’opportunità di sperimentare questo percorso grazie all’Europa, a Erasmus+ e all’Istituto “P.Scalcerle” da sempre all’avanguardia in questo settore.

La serata volge al termine, abbiamo trascorso insieme un paio d’ore in allegria, che resteranno nei nostri cuori. La stagione  pre-natalizia ci ha portato uno splendido dono.

Essere Europei

Cara Europa ti scrivo…

L’emozione di provare cosa significhi essere Europei, cosa implichi la sfida di andare oltre i propri confini territoriali e culturali, per aprirsi a nuove esperienze di formazione e crescita, lascia un segno profondo nella vita di un cittadino moderno che ha vissuto in prima persona i progetti Europei. Vorrei che nel XXI secolo questa emozione continuasse ad essere lo spirito guida della modernità lungo la strada  della fiducia negli altri,  per continuare a costruire un mondo mite, giusto e intelligente che ripudi veramente e profondamente le guerre di qualsivoglia natura. Un mondo dove i conflitti piccoli e grandi si affrontano e si risolvono insieme, con chiarezza di vedute e  nel rispetto gli uni degli altri. Questo nuovo mondo antico si chiama ancora EUROPA… leggi la mia lettera all’Europa su affascinailtuocuore.

 

Condivisioni. LETTERA ALLA FIGLIA CHE PARTE IN ERASMUS di Massimo Giannini

figlia che vai in Erasmus-Giannini

 

Nella lettera di Massimo Giannini  alla figlia che parte per il suo Erasmus a Parigi, ritrovo tutte le ansie di genitore di figli all’estero. Lo sento molto vicino e condivido tutte le raccomandazioni  che fa, soprattutto a se stesso.

Dopo  tanti anni io  sono scesa a patti con la distanza  e con le paure. Auguro anche a lui e alla mamma  un percorso sereno di accettazione e condivisione. Intanto siano  soddisfatti del coraggio e dell’intelligenza di questa giovane donna che non intende rinunciare, per nessun motivo, alla sua esplorazione vitale.

Benvenuto nel club Massimo!

Ci siamo: la valigia è pronta. Manca giusto il beauty, con i tuoi mascara e i tuoi rossetti. Il volo è domani da Fiumicino: EasyJet con destinazione Parigi. Da padre, sognavo questo giorno: il coronamento delle tue fatiche universitarie, il tuo biglietto d’ingresso nella grande Madre Europa senza frontiere, che cresce e istruisce i suoi figli ai valori eterni dei Lumi: libertà, uguaglianza, fraternità.

Ma c’è una cosa che non avevo previsto, prima della strage delle Ramblas: c’è …read more (repubblica.it)

 

9 Maggio 2018-Festa dell’Europa. Dobbiamo e vogliamo continuare a crederci…Ma fino a quando?

9 maggio 2018 festa dell'europa 

9 Maggio 2018  Festa dell’Europa, siamo ancora qui… Novità?

È arrivata  Brexit, è arrivato Trump, sono arrivati i populisti! E sono  ormai al governo in alcune nazioni Europee, forse domani anche in Italia.  Aggiorno  anche  quest’anno il post sulla ricorrenza , confermo  la mia fiducia in questo pachiderma dalla pelle cadente e piena di “buchi” e, tuttavia, mi  sento  assalita da qualche dubbio in più: dove siamo? e dove stiamo andando? Boh!

È la forza d’inerzia che ancora ci tiene insieme? O  l’ improbabile triumvirato Macron-May-Merkel, rigorosamente in ordine alfabetico?

Continuiamo  a crederci fino a che ce la facciamo!


9 Maggio nel passato recente…

9 Maggio Europa

Il 9 Maggio è diventato un appuntamento da non mancare. Altrettanto irrinunciabile è l’aggiornamento del post dedicato alla celebrazione della ricorrenza.

Anno dopo anno  sembra che le criticità dell’Europa aumentino proporzionalmente alla sfiducia nel progetto comunitario. E tuttavia piccoli passi, sebbene ancora troppo  incerti, continuano ad essere fatti.

I risultati delle elezioni politiche in UK non sono molto rassicuranti, dal mio punto di vista, sebbene il populismo razzista di Farage e di UKIP sia stato molto ridimensionato.

Mi preoccupa infatti l’avanzare dei nazionalismi e conservatorismi “istituzionalizzati”,    più rassicuranti all’apparenza, ma  percorsi da profonda ipocrisia e interesse del particolare.

E l’Europa? E la politica Europea sull’immigrazione? Sulle guerre?  Sull’economia-non-finanziaria? Mi fa pensare ad un pachiderma grosso, vecchio e malato che arranca e che fa una fatica enorme a dispensare saggezza, buon senso e azioni efficaci.

Ma nonostante tutto ciò, continuo a crederci. Ormai  mi viene molto difficile immaginare qualcosa di diverso. Continuo a sperare che l’educazione aiuiti il popolo d’Europa a superare gli egoismi nazionalistici e a trovare una direzione veramente condivisa per  e non contro questo o quello stato membro.

 


Porte aperte alle istituzioni dell’UE

europe_day

 

Aggiorno la data, ma non la mia posizione nei confronti dell’Europa Unita. Credo fermamente nella validità di questo  progetto, nonostante gli evidenti limiti che hanno  contribuito a creare l’odierna crisi di credibilità dell’UE.

Credo  fermamente nel valore unificante  del programma  formativo  Erasmus+, che negli anni ha aperto  le frontiere fisiche e mentali delle singole realtà nazionali.

C’è tanto da festeggiare, ma anche  tanto da lavorare per migliorare la nostra Unione.

Per celebrare la festa dell’Europa nelle settimane che precedono le elezioni europee, le istituzioni dell’UE apriranno al grande pubblico le porte delle loro sedi di Bruxelles, Lussemburgo e Strasburgo. Gli uffici locali dell’UE in Europa e nel resto del mondo organizzeranno una serie di attività ed eventi per un pubblico di tutte le età.euopendoors


Cosa c’è da festeggiare Mercoledì 9 Maggio 2012 ? La domanda “sorge spontanea” in questo momento di grande “aleatorietà” del concetto di “Europa”.

A dispetto di tutto  c’è molto da festeggiare: una ricorrenza, una realtà da “ricalibrare”, ma sempre viva, una speranza per tutti, una palestra di esercizio dei diritti e doveri del cittadino.

Ripercorriamo insieme il cammino, a ritroso, fino a quel lontano 9 Maggio 1950, anno di inizio dell’avventura Europea contemporanea.

“Vedendo nelle agende e nei calendari alla data del 9 maggio l’indicazione “Festa dell’ Unione Europea” viene spontaneo chiedersi cosa sia successo il 9 maggio e in quale anno.

Pochi sanno infatti che il 9 maggio 1950 è nata l’Europa comunitaria, proprio quando lo spettro di una terza guerra mondiale angosciava tutta l’Europa.

Quel giorno a Parigi la stampa era stata convocata per le sei del pomeriggio al Quai d’Orsay, sede del Ministero degli Esteri, per una comunicazione della massima importanza. Le prime righe della dichiarazione del 9 maggio 1950 redatta da Robert Schuman, Ministro francese degli Affari Esteri, in collaborazione con il suo amico e consigliere, Jean Monnet, danno un’idea dei propositi ambiziosi della stessa.

“La pace mondiale non potrebbe essere salvaguardata senza iniziative creative all’altezza dei pericoli che ci minacciano”. “Mettendo in comune talune produzioni di base e istituendo una nuova Alta Autorità le cui decisioni saranno vincolanti per la Francia, la Germania e i paesi che vi aderiranno, saranno realizzate le prime fondamenta concrete di una federazione europea indispensabile alla salvaguardia della pace”.

Veniva così proposto di porre in essere una istituzione europea sovrannazionale cui affidare la gestione delle materie prime che all’epoca erano il presupposto di qualsiasi potenza militare, il carbone e l’acciaio.

Tutto è cominciato il 9 maggio e al vertice tenuto a Milano nel 1985 i capi di Stato e di governo hanno deciso di festeggiare questa data come Giornata dell’Europa.

(fonte: Unione Europea)

Creatività in Europa. Fondi e opportunità

scuolaeuropa

 

 

 

European culture, cinema, television, music, literature, performing arts, heritage and related areas will benefit from increased support under the European Commission’s new Creative Europe programme, which was approved by the European Parliament on 19 November and by the Council of the EU on 5 December 2013.
With a budget of €1.46 billion over the next seven years — 9% more than current levels — the programme will provide a boost for the cultural and creative sectors, which are a major source of jobs and growth.”

Permettere il voto agli studenti ERASMUS, senza se e senza ma!

Gatti Erasmus

L’ennesima questione strumentale e senza senso. “Ma di cosa stiamo  parlando?” direbbe il caro Bersani. Milioni di volte avrete sentito pronunciare la parola EUROPA, spesso a sproposito, troppo spesso per farne una bandiera pro o contro scelte economich0/finanziarie salvifiche, raramente per sottolinearne l’importanza in ambito formativo.

“Purtroppo non potranno andare al voto perché proprio tecnicamente non è possibile – ha spiegato Cancellieri – in quanto per potere essere elettori bisogna essere iscritti nelle liste elettorali dell’Aire e non sono previste per chi sta all’estero da meno di un anno. E poi non ci sono i tempi tecnici per istituire delle liste elettorali. Ci vorrebbe una legge ad hoc che non è mai stata fatta”.La Repubblica
 

Se esiste una realtà Europea che può ridare speranza ai giovani e a tutto il sistema Italia sono proprio i programmi di apprendimento premanente LLP Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig  e altro.  Sono la chiave verso il futuro. E noi cosa facciamo? Umiliamo 25.000 giovani studenti in Erasmus e non permettiamo loro di votare! Non permettiamo loro di esprimersi come cittadini del nostro Bel Paese?

Yes Europe, sarà il nuovo nome del programma di apprendimento permanente 2014-2020, E noi? Diciamo anche noi con fermezza: SI EUROPA! Soprattutto nella gestione di  azioni  che formano il cittadino europeo! Non facciamo prevalere interessi malcelati dietro esigenze “costituzionali”.

Dai giovani  arrivano  segnali  positivi che  vanno letti nella loro sostanza! Diamo loro fiducia, ma soprattutto  non derubiamoli dei loro diritti!

Ministro Cancellieri, Presidente Monti, Mr Moavero, sveglia! In questo paese siamo  soffocati da deroghe su deroghe, possibile che menti illuminate come  quelle che ci governanoe guidano non riescono a trisolvere questa situazione?

YES EUROPE, un nuovo nome per i programmi di apprendimento permanente

Parlamento_europeo

Juliet:
    “What’s in a name? That which we call a rose
    By any other name would smell as sweet.”
    Romeo and Juliet (II, ii, 1-2)

Si conclude quest’anno  la fase 2007/2013 del programma d’azione comunitaria nel campo dell’apprendimento permanente, o LLP, sui seguenti ambiti:

  • quattro programmi settoriali che riguardano l’istruzione scolastica (Comenius), l’istruzione superiore (Erasmus), la formazione professionale (Leonardo da Vinci) e l’istruzione degli adulti (Grundtvig);

  • un programma trasversale incentrato su aree transettoriali (cooperazione politica e innovazione nell’apprendimento permanente, lingue, sviluppo delle TIC innovative,diffusione e utilizzazione dei risultati);

  • un programma (Jean Monnet) di sostegno all’insegnamento, alla ricerca e alla riflessione sui temi dell’integrazione europea e delle istituzioni e associazioni comunitarie fondamentali.

Nel periodo 2014-2020 entrerà in vigore un nuovo piano di apprendimento permanente che molti  vorrebbero si chiamasse  Erasmus for all  per evidenziare il legame   di forte continuità con la valenza formativa del programma precedente.

“The new streamlined structure aims to reduce the overlaps between programmes and decrease fragmentation. It proposes action in 3 key areas: learning mobility, cooperation for innovation and sharing of best practice and supporting policy reform (under the Europe 2020 Strategy for growth).”

Doris PackE tuttavia, Doris Pack, Presidente della Commissione Cultura e Educazione del Parlamento Europeo, trova il nome poco rispondente alla complessità delle nuove azioni e ne  propone dunque uno nuovo, Yes Europe, che, a suo avviso,  comprende e identifica meglio tutte le aree di intervento formativo.

La presidente riafferma inoltre l’esigenza di continuare a usare i nomi  dei  sottoprogrammi identificativi  delle diverse aree di intervento (Comenius, Leonardo, etc).

“YES stands for the new streamlined architecture of the programme, which clearly identifies the three main areas of the programme: Youth, Education and training, Sport. Although widely recognised, ‘Erasmus’ is too strongly associated with the mobility of students in higher education only.

Nevertheless, the original names of the educational sub-programmes should be kept and strengthened. It is crucial to continue using the current brand names like Comenius (for school education), Erasmus (for higher education), Leonardo da Vinci (for vocational education and training), Grundtvig (for adult learning) and Youth in action (for youth).

Il 27 Novembre 2012, il Parlamento Europeo si  esprime positivamente sulla nuova proposta.  YES Europe: EP names new programme for Youth, Education and Sport. Doris Pack MEP

Romeo and JulietWhat’s in a name? si chiede  Giulietta. I nomi possono cambiare, ma la sostanza rimane  la stessa; una rosa continua  a deliziarci con  il suo profumo  anche se la chiamiamo con un nome diverso. Romeo  rimarrà sempre il suo grande amore, nonostante il nome che porta…

Tutto vero,  ma nel caso  di Yes Europe, la scelta appare decisamente “felice”. L’ acronimo yes unito  alla parola Europa  veicola il significato voluto in modo efficace ed immediato, oltre a creare una suggestione ulteriore di positività e di aggregazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: