• Mondo Fuori

    In questa colonna i widget sul mondo che circonda affascinailtuocuore

  • Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...‎‎

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    15 gennaio-Giornata Mondiale del Rifugiato 2017-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

    Sì, LA verità si sta facendo strada, piano piano, inesorabilmente, tra le tante fake-verità o post-verità...

  • Festa della Repubblica Italiana

    Teresa Mattei, Insegnante. La più giovane eletta all'Assemblea Costituente, ai giovani di oggi: "siete migliori di noi e lo dimostrerete coi fatti..."

  • Contromafie per non dimenticare

    « La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni. » Giovanni Falcone

  • Stragi di Maggio: sempre più vite spente, da Manchester Arena al Mar Mediterraneo. Bambini, Giovani, Adulti

    Stragi -Non dimenticheremo!Non dimenticate!

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • Siria: 6 anni di Indegnità. E la comunità Internazionale cosa fa?

    “Can you believe that a government and a state could bomb its own people. I’ll never understand this for as long as I live!" Yazbeck-The-Crossing. My journey to the shattered heart of Syria p.71

  • Oltre il confine-Salone Internazionale del Libro di Torino 2017

    18-22 Maggio 2017. È Oltre il confine il tema del 30° Salone Internazionale del Libro di Torino.

  • 14 Maggio 2017- Festa della Mamma

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • Amo l’Europa. Prendiamola dal verso giusto…

    9 Maggio festa dell'Europa-Dopo 60 Anni dal trattato di Roma è tempo di cambiare qualcosa. Ma che resti il sogno e la realtà di un'Europa unita.

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 25 Aprile 2016- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • Sabato 25 e Domenica 26 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

    Scopri i luoghi da visitare...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2017- Donne in Marcia

    Sciopero Globale contro la violenza sulle donne

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • 20 Novembre2015- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 71,655 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

G. Simenon – Maigret e il cliente del sabato

Un uomo si fa vedere regolarmente alla stazione di polizia, di Sabato. Strano, sta lì, aspetta. Cosa?

Un sabato sera, visita inaspettata per il commissario Maigret, a casa sua! In una serata destinata alla televisione, all’ora del telegiornale, quasi pregustato per tutto il pomeriggio…

Divertente l’introduzione del nuovo totem moderno. Maigret e signora sembrano due adolescenti stupiti ed entusiasti di fronte a questo nuovo “magico elettrodomestico” che entra a far parte della loro vita fino ad allora scandita da una routine serena e dialogata.

Guardano tutto, onnivoramente: varietà, teleromanzi, come in un meraviglioso viaggio di scoperta. Non selezionano, sono come ubriachi di novità. Simenon, da scrittore esperto però, strumentalizza questo nuovo arrivo e lo fa diventare un pretesto narrativo che fa muovere in avanti la storia.

Divagazione dalla storia vera. Sabato sera, “ il cliente” è accolto gentilmente in casa. Bellissimo il dialogo tra i due uomini seduti al tavolo della sala. Uno si apre senza riserve, l’altro ascolta, quasi piegato verso l’interlocutore, partecipe.

La trama è semplice e, forse, scontata: storie nere di famiglia; amanti che si intrufolano nelle debolezze della coppia; tristezze e meschinità; soldi. Il setting è Parigi, il quartiere di Montmartre, libero da coloriture turistiche e vero nella sua natura popolare e artistica. Le strade, le persone, gli scenari coinvolgono il lettore che conosce i posti e che cerca di ritornarci, a braccetto con i Maigret o con Janvier…

L’introspezione psicologica dei personaggi, messa in atto da Simenon da il tocco di classe ed eleva la banalità della vicenda, che alla fine, si ricompone secondo i canoni di legge… e di Maigret. Interessante.

A. Malaguti-La bambina e la milionaria. A processo tutta l’Inghilterra

Mi piace molto lo stile di Andrea Malaguti, corrispondente di La Stampa da  Londra. Il suo articolo di oggi, 12 Agosto

La bambina e la milionaria. A processo tutta l’Inghilterra

è molto efficace.

-In tribunale sfilano teppisti,figli della Londra bene e padri di famiglia “È stata una grande sbornia, non ricordo nulla”.”Ora voglio solo sparire”-

 Emerge una società in crisi profonda…leggi qui l’articolo  

Digressione…

Mi ha colpito  il modo in cui  viene lanciata  l’intervista a Valentino Rossi in prima pagina,sempre su La Stampa, con il viso sorridente di Vale e la sua frase a effetto “Sto con i ribelli di Londra”. Vado subito a leggere l’articolo stupita, perchè una frase così, fuori contesto, in bocca a un simbolo vivente mi  preoccupa un pò. Rossi è una persona sensibile e intelligente. E l’intervista, in effetti,  è  di tutt’altro tipo rispetto alle aspettative create in prima pagina. Il focus è sportivo  e la domanda sui Riots di Londra   riceve una risposta, nella sua interezza,  assolutamente condivisibile… 

Un pò superficiale   la frase   scelta per “agganciare”? Momento  poco opportuno per indulgere sulla natura “ribelle” di Valentino? Qui l’intervista completa

Di chi è la colpa? Sentiamo cosa ne pensa Zygmunt Baumann

Food for Thought da Zygmunt Baumann

Ancora su La Stampa, ancora con Malaguti che intervista un grande vecchio: Zygmunt Baumann,” noto come teorico della società liquida resa tale dalla globalizzazione che elimina sicurezze e identità”

Baumann  afferma che  la globalizzazione detesta i vincoli, un pò come la malavita; aggiunge inoltre che  L’Europa non fallirà e neppure l’Italia, ma il problema è che non si sa chi comanda… Le prospettive non sono catastrofiche. “Il mondo non finisce mai[… ]Ma il prezzo sarà alto soprattutto per i giovani”

Vale la pena di leggere questo articolo, l’analisi  è realistica  e il linguaggio molto chiaro.

E.Bettiza-Vacilla la vecchia Inghilterra

Vacilla la vecchia Inghilterra

Studenti e Professori dell’Università di Essex, protestano e rompono i canoni ingessati della cerimonia di laurea a Brighton.

Oggi, 31 Luglio 2011,  su La Stampa, interessante reportage di Enzo Bettiza  sull’eclissi di Murdoch e le  catastrofiche conseguenze sul “Sistema Inghilterra”:

 “Il luglio di fuoco, che ha tramortito Londra colpendola nei massimi vertici politici e mediatici, si è fatto sentire con qualche sintomatico riflesso anche in diversi centri minori ma culturalmente significativi della Gran Bretagna…” Qui tutto l’articolo

Intervista con Paul Auster-New Deal e Giovani occidentali

Qui ci vorrebbe un nuovo New Deal

Lo scrittore Paul Auster, Sabato 28 sarà nelle Langhe con il suo ultimo romanzo Sunset Park

PAOLO MASTROLILLI (Inviato a New York-La Stampa 21 Maggio2011) lo intervista:

“Forse stavolta i giovani della primavera araba hanno anticipato i colleghi occidentali. Sono anni che aspetto da noi una rivoluzione, o qualcosa del genere, perché la situazione in America e in Europa è sempre più insostenibile. Eppure non ci sono segni: i nostri ragazzi restano immobili. Magari toccherà ai giovani mediorientali di aprire la porta e trascinarli».

Come siamo finiti a parlare di primavere arabe con Paul Auster, uno che vive in simbiosi con New York? Eravamo partiti da Sunset Park, il suo ultimo romanzo, che presenterà in Italia il 28 maggio al Festival Collisioni. Nelle prime pagine il giovane protagonista, Miles Heller, si ritrova in Florida a pulire case perse dai loro proprietari per colpa della crisi economica. Se la crisi l’ha colpita al punto di aprirci un romanzo – gli avevamo chiesto – dovrà avere opinioni forti al riguardo. Leggi qui l’intervista

Ma i giovani occidentali sono davvero immobili?

 E dopo essersi indignati cosa faranno?

Teniamo d’occhio la Spagna!

Se ti interessa, leggi qui la mia recensione del capolavoro di Paul Auster New York Trilogy

Dunne-Set in stone-La metà di niente. Come incollare i cocci… di una vita in frantumi

Catherine Dunne

Set in Stone

Macmillan, London 2009

 

Re-inventing oneself…

No, non sono d’accordo con Masolino D’Amico, che pure rispetto moltissimo come critico di letteratura anglofona. Non è vero che la “ragnatela di terrore” che Dunne costruisce magistralmente, venga poi distrutta da un finale inconsistente e deludente in cui il colpevole non viene palesemente punito.

 E’ invece un finale aperto quello del romanzo, che a me piace, è libero, lascia intuire che ci sarà eccome una punizione, ben più terribile di quella della giustizia dei tribunali. La punizione di un figlio che un padre(!), con la sua miseria e meschinità, ha corrotto per sempre.

La recensione completa di D’Amico è su Tuttolibri, in La Stampa di del 27 Maggio 2010.

Se il mio libro capiterà tra le mani di qualcuno interessato, il ritaglio salterà come un “pop-up” davanti ai suoi occhi!

 

Veniamo a noi ora, alla mia reazione a questa storia.

From the back- cover:

“Lynda Graham has been lucky. She’s happily married, with two wonderful children and a beautiful home in one of the most affluent suburbs of Dublin. Her world feels safe and uncomplicated; one she now takes for granted. That until Jon, a friend of Ciaran’s from university-handsome, charming and clever- inveigles his way into their lives. 

There’s something about Jon that Lynda finds unnerving-he is almost too perfect. And her instinct is right: Jon’s arrival sets in motion a spiral of events that contributes to the gradual disintegration of all Lynda  holds dear. 

And she knows that she must do whatever it takes to protect the most precious thing she has-her family” 

la-meta-di-nienteIt’s true, much is borrowed from soap stories, but Catherine is able to tell all the events in an involving and plausible way. Too many ingredients? May be, but they are melted in a very skilful and pleasant way. I do not know what to say in addition to what the author herself writes in her Letter to the Reader and in the discussion points she offers for the Book Club.

The aspect I most identify myself with in this particular moment of my life (Retirement!) is the “urgency” to reinvent myself, as Lynda is unfortunately obliged to do as consequence of her whole life, personal as well as family’s.

Lynda’s loneliness is a focal point of such research. No friends to advise her, to help, to give a hand. She is alone to face her problems, her life, her personal “pursuit of happiness”.

 

I strongly recommend reading Catherine’s A Letter from the author, in the appendix. It is a sort of guide to discover the main challenging points of the story: memories, family ties, crisis, parents’ role, parent-children relationship and much more.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: