• Mondo Fuori

    In questa colonna i widget sul mondo che circonda affascinailtuocuore

  • Contromafie per non dimenticare

    « La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni. » Giovanni Falcone

  • Stragi di Maggio: sempre più vite spente, da Manchester Arena al Mar Mediterraneo. Bambini, Giovani, Adulti

    Stragi -Non dimenticheremo!Non dimenticate!

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

    L'Ambasciatore torna in Egitto. Pratica chiusa? Mai. Coraggio mamma Paola e papà Claudio, continuiamo ad esservi accanto.

  • 3 Ottobre 2013- Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    15 gennaio-Giornata Mondiale del Rifugiato 2017-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...‎‎

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Siria: 6 anni di Indegnità. E la comunità Internazionale cosa fa?

    “Can you believe that a government and a state could bomb its own people. I’ll never understand this for as long as I live!" Yazbeck-The-Crossing. My journey to the shattered heart of Syria p.71

  • Festa della Repubblica Italiana

    Teresa Mattei, Insegnante. La più giovane eletta all'Assemblea Costituente, ai giovani di oggi: "siete migliori di noi e lo dimostrerete coi fatti..."

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • Oltre il confine-Salone Internazionale del Libro di Torino 2017

    18-22 Maggio 2017. È Oltre il confine il tema del 30° Salone Internazionale del Libro di Torino.

  • 14 Maggio 2017- Festa della Mamma

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • Amo l’Europa. Prendiamola dal verso giusto…

    9 Maggio festa dell'Europa-Dopo 60 Anni dal trattato di Roma è tempo di cambiare qualcosa. Ma che resti il sogno e la realtà di un'Europa unita.

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 25 Aprile 2016- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • Sabato 25 e Domenica 26 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

    Scopri i luoghi da visitare...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2017- Donne in Marcia

    Sciopero Globale contro la violenza sulle donne

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 77,221 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

Tempo di Cronache Marziane! Terrestri, preparatevi al grande balzo su Marte con Ray Bradbury

cronache marziane mondadori.png

Michela Murgia (Chakra) consiglia di leggere Cronache Marziane, di Ray Bradbury, romanzo distopico-catastrofista di grande fascino. Accolgo l’invito e mi faccio accompagnare dai protagonisti, Terrestri e Marziani, a spasso nel nuovo mondo per capire meglio, tramite le loro vite spaziali, quelle dei nostri contemporanei sul pianeta Terra.

La raccolta si compone di 28 racconti nati come storie autonome e tuttavia connesse da un filo conduttore che conferisce loro una coerenza e un’anima narrativa uniche. Nonostante queste “Cronache” siano molto “USA bound,” esse permettono al lettore di ritrovarsi nel dubbio, nella meraviglia, nella curiosità, nella delusione e nella solitudine cosmica che i viaggiatori dello spazio Americani sperimentano durante la loro vita su Marte.

Il lettore può inoltre riconoscere la brama di potere e la spinta colonialista del mondo moderno, che hanno portato all’invasione e alla distruzione di intere comunità “indigene”. E tuttavia, anche i terrestri  sono costretti ad emigrare. Fuggono dalle macerie della distruzione atomica per cercare rifugio, asilo, opportunità in un’altra realtà…

Colpiscono le date degli eventi su Marte e sulla Terra: siamo alla fine del secondo millennio/inizio del terzo (1999-2026). Coincidenze stupefacenti se si pensa che la prima pubblicazione di Cronache Marziane risale al 1950 e la seconda, rivisitata dallo stesso Bradbury, agli anni ’70. Dalla Guerra Fredda post-bellica ai tormentati anni ’70, tra paure atomiche, giochi di potere, guerre e rivoluzioni epocali. Il presente?

“È come quando ero ragazzo» disse padre Peregrine. «Si sentiva parlare della guerra in Cina, di più guerre, anzi, ma nessuno ci credeva veramente. Erano troppo lontane, le guerre in Cina. E troppa gente moriva. Era impossibile. Anche quando lo vedevamo al cinema, non ci credevamo. Be’, ora è così di nuovo. La Terra è la Cina.”

Una vena di dolente malinconia attraversa tutti i racconti. Bradbury invia un messaggio forte alla nostra cara vecchia Terra, così verde, così bella e suggestiva agli occhi dei Nuovi Marziani Terrestri, giunti sul pianeta rosso per riprodurre un modello di civiltà antica, in via di estinzione a casa propria. La guerra distrugge tutto, uomini, ideali, felicità e condivisione. Ma l’essere umano è essere umano, in tutti i suoi pregi e difetti, e su Marte le vecchie pulsioni riemergono…

“Alle nove la Terra parve esplodere, incendiarsi, ardere furiosamente. La gente sulle verande alzò le mani al cielo, come a spegnere l’incendio. A mezzanotte, l’incendio era estinto. La Terra era ancora là, nel cielo.”

mission to mars-brian de palma 2000

Alcune visioni marziane sono struggenti, alcune profetiche. Oggi si fa un gran parlare di robot intelligenti. Quelli marziani non sono fabbricati per provare dolore, sono condannati alla felicità.

“Papà non ci ha insegnato come si faccia a piangere, capisce?”

I nostri giornali sono pieni di articoli sul presente e sul futuro dei Robot. Invaderanno le nostre fabbriche (già ora lo fanno)? le nostre case? i nostri letti? Forse. Cronache Marziane ci mostra qualche spaccato di ciò che potrebbe essere il nostro futuro prossimo.

“La vita sulla Terra non s’è mai composta in qualcosa di veramente onesto e nobile. La scienza è corsa troppo avanti agli uomini, e troppo presto, e gli uomini si sono smarriti nel deserto meccanizzato come bambini che si passino di mano in mano congegni preziosi, che si balocchino con elicotteri e astronavi a razzo; dando rilievo agli aspetti meno degni, dando valore alle macchine anziché al modo di servirsi delle macchine.”

“Che cosa guardi con tanta forza, papà?» «Sto cercando la logica e il buonsenso terrestri, il buon governo, la pace e il senso di responsabilità, sempre terrestri.» «Tutte queste cose sono là, sulla Terra?» «No, non le ho trovate. Non ci sono più. Forse non torneranno più. E magari ci siamo illusi che un tempo vi siano state.» «Oh?»”

 

Frammenti sparsi

Musica su Marte Le note della solitudine:  “That Old Gang of Mine.” tra i preferiti

 

I libri bruciati dal fuoco scaltro

“Gran Rogo… parlo di trent’anni fa, nel 1975.» «Ah» fece l’architetto con aria improvvisamente accorta. «Uno di quelli, eh?» «Sì, uno di quelli, signor Bigelow. E con lui Lovecraft, Hawthorne, Ambrose Bierce e i racconti del terrore, del fantastico e dell’orrore”

books fire

 

Ottobre perenne a Casa Usher…tracce di Poe e di  eroine dell’animazione fiabesca

La Casa Usher” disse il signor Stendahl con soddisfazione. «Studiata, costruita, comperata, pagata. Poe non ne sarebbe felice?”

“Osservi come regni sempre il crepuscolo, come sulla landa sia sempre ottobre, un ottobre nudo, sterile e desolato. Mi sono preso personalmente cura di alcuni particolari. Abbiamo sterminato ogni creatura: diecimila tonnellate di DDT. Non un solo serpentello, non un batrace o una mosca marziana sono rimasti vivi. E il crepuscolo perenne, signor Stendahl; le confesso che sono fiero della mia opera. Ci sono macchine segrete che nascondono la luce del sole. Tutto è sempre doverosamente “funereo”.»”

Rapunzel, Rapunzel, gettami le tue belle chiome». E dall’alto una bellissima ragazza, affacciandosi alla finestra notturna, lasciò cadere gli splendidi capelli d’oro. Intrecciandosi e gonfiandosi, i capelli diventarono una scala su cui gli ospiti poterono arrampicarsi ridendo. Così entrarono in casa. Che illustri sociologi, che acuti psicologi! Che uomini politici importanti e profondi scienziati, quali neurologi straordinari! Tutti in fila sotto le pareti stillanti d’umidità.”

 

Umanità morente su Marte nella poesia di Sara Teasdale

There Will Come Soft Rains

Cadrà dolce la pioggia e si diffonderà il profumo della terra,
le rondini voleranno in cerchio stridendo;
canteranno le rane negli stagni a notte alta,
e i pruni selvatici biancheggeranno tremuli;
i pettirossi si vestiranno di penne di fuoco,
fischiando le loro ariette sugli steccati;
e nessuno saprà della guerra, nessuno
si curerà infine quando tutto sarà compiuto,
né albero, né uccello
farà caso all’umanità morente;
e la stessa primavera, quando si leva all’alba
appena s’accorgerà che ce ne siamo andati.

L’orrore atomico e l’apocalisse

“La Terra non c’è più. I viaggi interplanetari non torneranno in auge per secoli, forse non torneranno più. Ma quel modo d’intendere e vivere la vita si è rivelato errato, e si è strangolato con le sue stesse mani. Voi siete giovani. Vi ripeterò tutte queste cose ogni giorno, finché non vi saranno entrate in testa”

“Erano Tim, Mike, Robert, la mamma, il papà. E i marziani rimasero a guardarli dal basso, per molto tempo, in silenzio, a guardarli dall’acqua che s’increspava lieve…”

Titoli

28 Avventure esistenziali e titoli “espansi”

Ogni racconto è un’avventura dell’anima e del cervello. E mi succede per la prima volta di ripercorrere sul Kindle i singoli racconti e di cedere alla tentazione di rileggerli tutti al volo. E pensare che sono passati solo due giorni dalla fine della lettura! Grande Bradbury!

marssito

Gennaio 1999. L’estate del razzo “… Il razzo si ergeva nella fredda mattina invernale e creava l’estate a ogni respiro dei possenti ugelli di scarico. Il razzo faceva i climi, le stagioni, e l’estate fu per un breve istante sopra la Terra…”

Febbraio 1999. Ylla– Occhi d’oro, maschera, sogno e gelosia…api killer.Lacrime.Fine di un sogno

Agosto 1999. La notte estiva Che canto è mai questo? “She walks in beauty, like the night Of cloudless climes and starry skies; And all that’s best of dark and bright Meet in her aspect and her eyes .G:Byron

Agosto 1999. I terrestri -il terracentrico capitano Williams: come mai lei parla un Inglese tanto perfetto?-“io non parlo, penso” disse la signora “Telepatia, Buongiorno!” “Siamo terrestri noi…I profeti dei nastri rossi (red tape- burocracy)

Marzo 2000. Il contribuente il buon contribuente Mr Pritchard vuole lasciare la perduta terra per vivere su Marte.Voltare le spalle a guerre, censura, potere, coscrizione obbligatoria, controllo governativo di questo e di quello…”

Aprile 2000. La Terza Spedizione– nella primavera Marziana…un’altra America ”ma guardi là! I gerani”. E riabbracciarono i loro cari.

Giugno 2001. “… And the moon be still as bright” Jeff Spender il pioniere.”erano scesi su di una immensa tomba. Qui una civiltà si era spenta” Morbillo killer. Torna la poesia di Byron…

…I racconti continuano, tutti  stupefacenti, ma io mi fermo qui con i frammenti e passo la mano ai lettori.

Agosto 2001. I coloni

Dicembre 2001. Il verde mattino

Febbraio 2002. Le locuste

Giugno 2002. L’immensità

Agosto 2002. Incontro di notte

Ottobre 2002. La spiaggia

Novembre 2002. Le sfere di fuoco

Febbraio 2003. Intermezzo

Aprile 2003. I musici

Giugno 2003. Su negli azzurri spazi

2004-05. L’imposizione dei nomi

Aprile 2005. Usher

Agosto 2005. I vecchi

Settembre 2005. Il marziano

Novembre 2005. La valigeria

Novembre 2005. Stagione morta

Novembre 2005. Tutti a guardare

Dicembre 2005. Le città silenti

Aprile 2026. I lunghi anni

Agosto 2026. Cadrà dolce la pioggia,

Ottobre 2026. La gita di un milione di anni

 

ora-della-terra.jpg

Annunci

Una Risposta

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: