• Mondo Fuori

    In questa colonna i widget sul mondo che circonda affascinailtuocuore

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

    L'Ambasciatore torna in Egitto. Pratica chiusa? Mai. Coraggio mamma Paola e papà Claudio, continuiamo ad esservi accanto.

  • Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...‎‎

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    15 gennaio-Giornata Mondiale del Rifugiato 2017-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Festa della Repubblica Italiana

    Teresa Mattei, Insegnante. La più giovane eletta all'Assemblea Costituente, ai giovani di oggi: "siete migliori di noi e lo dimostrerete coi fatti..."

  • Contromafie per non dimenticare

    « La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni. » Giovanni Falcone

  • Stragi di Maggio: sempre più vite spente, da Manchester Arena al Mar Mediterraneo. Bambini, Giovani, Adulti

    Stragi -Non dimenticheremo!Non dimenticate!

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • Siria: 6 anni di Indegnità. E la comunità Internazionale cosa fa?

    “Can you believe that a government and a state could bomb its own people. I’ll never understand this for as long as I live!" Yazbeck-The-Crossing. My journey to the shattered heart of Syria p.71

  • Oltre il confine-Salone Internazionale del Libro di Torino 2017

    18-22 Maggio 2017. È Oltre il confine il tema del 30° Salone Internazionale del Libro di Torino.

  • 14 Maggio 2017- Festa della Mamma

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • Amo l’Europa. Prendiamola dal verso giusto…

    9 Maggio festa dell'Europa-Dopo 60 Anni dal trattato di Roma è tempo di cambiare qualcosa. Ma che resti il sogno e la realtà di un'Europa unita.

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 25 Aprile 2016- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • Sabato 25 e Domenica 26 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

    Scopri i luoghi da visitare...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2017- Donne in Marcia

    Sciopero Globale contro la violenza sulle donne

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • 20 Novembre2015- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 73,075 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

C. McCullers-The Ballad of the Sad Cafè. O dello strano amore tra Amelia e Lymon

 

the-ballad-of-the-sad-cafe-carson-mccullers-1578-MLA4756524947_082013-F-621x1024

Circolarità della storia

Le prime e le ultime righe di questa ballata in prosa sottolineano la circolarità della storia: si parte dal nulla e si torna al nulla, anche se lungo il percorso accadono eventi di una tale violenza, fisica e psicologica che stravolgono la vita dei personaggi.

Incipit: The town itself is dreary, not much is there except the cotton mill, the two-room houses where the workers live, a few peach trees, a church with two coloured windows, and a miserable main street only a hundred yards long. On Saturdays the tenants from the near-by farms come in for a day of talk and trade. Otherwise the town is lonesome, sad, and like a place that is far off and estranged from all other places in the world. The nearest train stop is Society City, and the Greyhound and White Bus Lines use the Forks Falls Road which is three miles away. The winters here are short and raw, the summers white with glare and fiery hot.”

 

Alla fine, la storia torna al suo inizio:

“Yes, the town is dreary. On August afternoons the road is empty, white with dust, and the sky above is bright as glass. Nothing moves-there are no children’s voices, only the hum of the mill. The peach trees seem to grow more crooked every summer, and the leaves are dull gray and of a sickly delicacy…the soul rots with boredom…”

 

La bellezza della caratterizzazione

Miss Amelia, la protagonista, irrompe sulla scena come una donna indipendente e poliedrica (è tra le tante altre cose, una dottoressa molto apprezzata per la sua ricerca sperimentale che la porta a testare su se stessa i rimedi che propone ai suoi pazienti), apparentemente forte come una roccia, ma profondamente molto vulnerabile. Intorno a lei e grazie a lei prendono vita e luce tutti gli altri personaggi: il problematico marito ripudiato Marvin Macy, divenuto dopo il divorzio un irriducibile criminale; il cugino gobbo Lymon, apparso quasi dal nulla (o forse no?), di cui Amelia si innamora a prima vista in modo totalizzante e, in fondo un po’ bizzarro; una corte di personaggi di contorno che potremmo collocare in qualunque altra città americana del Sud, ma che fanno parte della coreografia del Sad Cafè.

CarsonMcCullers-AP_0

È un racconto lungo o un breve romanzo, ma McCullers l’ha voluto chiamare ballata, perché proprio come tutte le ballate racconta la storia di un amore tragico in uno stile essenziale, a tratti quasi frammentario e suggestivo, con qualche nota grottesca e un pizzico di superstizione.

L’aspetto che fa di questa storia un capolavoro narrativo è la costruzione del climax. Brevi descrizioni quasi poetiche e mai noiose o ridondandi, accompagnano con sapienza il lettore verso i punti di snodo degli eventi, mantenendo sempre vivo il suo interesse. La costruzione del personaggio-Miss Amelia è magistrale. Fatta di parole, cenni, descrizioni, gesti suoi e degli altri personaggi, quello che si dice di lei, il contesto in cui si muove, quello che si fa grazie alla sua semplice presenza fisica per cui tutto prende vita come per magia. Il suo Cafè nasce da questa magia e continua a vivere finchè lei emana dalla sua anima e dal suo corpo l’incantesimo dell’amore e l’energia vitale che mette nelle sue molteplici attività.  Come sapienti pennellate di colori intensi, tutto contribuisce alla costruzione del suo personaggio.

 

 

 

A proposito di amore. The most outlandish people can be the stimulus for love

L’amore per Lymon spinge Amelia a modificare la sua vita, serena e soddisfacente fino alla sua comparsa inaspettata. Insieme aprono il Sad Cafè:

 

“ Outwardly she did not seem changed at all. But there were many who noticed her face. She watched all that went on, but most of the time her eyes were fastened lonesomely on the hunchback…Her look that night, was the lonesome look of the lover…This opening of the cafè came to an end at midnight. Everyone said goodbye to everyone else in a friendly fashion…Soon everything-the main street with + three stores, the mill, the houses-all the town, in fact-was dark and silent. And so ended three days and nights in which had come an arrival of a stranger, an unholy holiday, and the start of the cafè…”

Ma di che natura è l’ insolito amore tra Amelia e Lymon? Mc Cullers ce lo spiega in modo molto convincente:

“What sort of thing, then, was this love? First of all, love is a joint experience between two persons- but the fact that it is a joint experience does not mean that it is a similar experience to the two people involved. There are the lover and the beloved, but these two come from different countries. Often the beloved is only a stimulus for all the stored-up love which has lain quiet within the lover for a long time hitherto. And somehow every lover knows this. He feels in his soul that his love is a solitary thing. He comes to know a new, strange loneliness and it is the knowledge that makes him suffer. So there is only one thing for the lover to do. He must house his love within himself as best he can; he must create for himself a whole new inward world- a world intense and strange, complete in itself.

Let it be added here that this lover about whom we speak need not necessarily be a young man saving for a wedding ring-this lover can be man, woman, child, or indeed any human on this earth.Now, the beloved can also be of any description. The most outlandish people can be the stimulus for love. A man may be doddering great-grandfather and still love only a strange girl he saw in the streets of Cheehaw one afternoon two decades past. The preacher may love a fallen woman. The beloved may be treacherous, greasy-headed, and given to evil habits. Yes, and the lover may see this as clearly as anyone else-but that does not affect the evolution of his love one whit.

A most mediocre person can be the object of a love which is wild, extravagant, and beautiful as the poison lilies of the swamp. A good man may be the stimulus of a love both violent and debased, or a jabbering madman may bring about in the soul of someone a tender and simple idyll. Therefore the value and quality of any love is determined solely by the lover himself. It is for this reason that most of us would rather love than be loved. Almost everyone wants to be the lover. And the curt truth is that, in a deep secret way, the state of being be loved is intolerable to many. The beloved fears and hates the lover, and with the best reasons. For the lover is forever trying to strip bare his beloved. The lover craves any possible relation with the beloved, even if this experience can cause him only pain.”

 

 

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: