• Mondo Fuori

    In questa colonna i widget sul mondo che circonda Affascinailtuocuore

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    Giornata Mondiale del Rifugiato 2018-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...‎‎

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • 2 Giugno 2018-Festa della Repubblica Italiana

  • Stragi di Maggio: non dimenticheremo.

    G.Falcone: L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa.

  • Libera contro la mafia “Cento passi verso il 21 marzo”

  • 13 Maggio 2018- Festa della Mamma

    festa della mamma 2018-storia di un' assoluzione
  • UN GIORNO, TUTTO QUESTO-Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

    Un giorno tutto questo...Torino 10-14 Maggio 2018

  • Amo l’Europa. Voglio prenderla dal verso giusto…

    9 Maggio festa dell'Europa-Dopo 60 Anni dal trattato di Roma è tempo di cambiare qualcosa. Ma che resti il sogno e la realtà di un'Europa unita.

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • 25 Aprile 2018- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Siria: continuiamo ad essere dentro una guerra oscena.

    Chi bombatrda cosa? Stanotte sono partiti i razzi di USA, Francia e Regno UInito... immediatamente tutti gli altri si stanno accodando alla magnifica follia dei bellissimi missili Trumpiani! Ma quando , come e con chi ne verremo fuori? ONU batti un colpo di pace, please!

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • Sabato 24 e Domenica 25 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA-un diritto per tutti!

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2018-Donne insieme con determinazione e speranza

  • 20 Novembre2017- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 86,437 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com
  • Annunci

Update 2013. Nuove sfide formative-Politecnico in Inglese, un passo importante per il paese?

L’ Università  e le nuove sfide

Da La Stampa (12 Aprile 2012), a pag 17, notizia in Primo Piano: Il Politecnico cancella l’italiano. A Milano l’Inglese lingua unica  di Sara Ricotta Voza.

Diverse e tutte qualificate le opinioni a confronto su questo dibattutissimo tema. Il mio punto di vista, da manovale della formazione, riprende, in grandi linee, quello di Irene Tinagli in Un passo importante per il paese:

“L’iniziativa del Politecnico di Milano sancisce il completamento di un percorso di «ammodernamento» che probabilmente sarà seguito presto da altre facoltà. Un cambiamento che non solo darà un bel contributo a tutti i nostri ingegneri che vogliano misurarsi con mercati e opportunità a livello internazionale, ma che renderà l’Italia un Paese più attraente per tutti gli studenti stranieri che vogliano approfittare della eccellente qualità della formazione ingegneristica del nostro Paese. Tutto questo agevolerà quel processo di scambio culturale e di apertura internazionale fondamentale per l’innovazione e la competitività di un paese.”

Io preferisco parlare del provvedimento come della conseguenza logica di alcuni  eventi,  inerenti l’insegnamento/apprendimento/diffusione  dell’ Inglese nel mondo formativo italiano,  che hanno portato  dove siamo:

sperimentazione dell’approccio descritto, in atto nell’Università di Milano già da qualche tempo e dunque necessità di  formalizzare l’esperienza rivelatasi, peraltro, positiva nel tempo.

-più di un decennio di sperimentazione dell’approccio CLIL (Content and Language Integrated Learning) in Europa e in Italia, all’insegnamento/apprendimento integrato  di  contenuti disciplinari e linguistici.  Introdotto nella sua filosofia di base  dal  Threshold Level del Consiglio d’Europa negli anni 70 e  da diversi approcci come il Content-based approach, tipico dell’ambito scientifico/tecnologico, viene formalizzato negli anni 90/2000 dal Consiglio d’Europa nel Common European Framework for Teaching and Learning Modern Languages e in Italia, nel Progetto Lingue 2000 del MIUR;

–  Regolamento del MIUR sulla formazione iniziale dei docenti   che prevede l’obbligatorietà della certificazione delle competenze Linguistiche B2 del CEF per tutti i laureati e C1 per insegnare una disciplina non linguistica in Inglese; (qui la Gazzetta ufficiale per corsi di perfezionamento  )

Decreto di riforma dei licei   in cui il CLIL viene introdotto come percorso obbligatorio, sebbene differenziato.

All’interno di  LLP 2020 (Lifelong Learning Programmes) e specialmente in vista dell’applicazione della riforma dei licei da Settembre 2012, CLIL (Content and Language Integrated Learning) è tra le misure più esplorate (e finanziate) nella formazione di policy makers, decision makers, docenti, supervisori e formatori di docenti.

La chiave di volta del cambiamento è dunque un’ efficace formazione per l’ acquisizione di nuove competenze linguistico/comunicative, che non annullano certo la madre lingua, ma che arricchiscono invece il bagaglio culturale e linguistico dei futuri laureati e dottori ricercatori. L’innovazione disorienta, ma spinge necessariamente  verso il futuro.

Una delle obiezioni al  provvedimento riguarda l’informazione scientifica dei cittadini. Come aiutarli a capire  le innovazioni tecnologiche ed eventualmente votarle o orientare i politici nelle decisioni, se si usa solo Inglese? Certo, questo può essere un problema, ma l’opera di informazione e divulgazione deve essere presa in carico anche da altri attori importanti, per esempio i sindacati, i partiti politici di riferimento (i soldi sarebbero allora spesi in modo veramente proficuo per i cittadini), i media pubblici, che tutti, e ciascuno  secondo la propria Mission, dovrebbero provvedere a rendere comprensibili al grande pubblico le pubblicazioni sulle scoperte scientifiche e le novità nel campo della ricerca tecnologica.

L’uso di una lingua veicolare, nella fattispecie l’Inglese, è già una realtà in campo scientifico. Lo è da decenni, i report e le pubblicazioni in Inglese sono una realtà in continua espansione nelle realtà accademiche italiane. Di cosa ci meravigliamo dunque? Si tratta poi di mettersi d’accordo su quale “Inglese” usare per quale situazione comunicativa. 

Divulgare gli esiti di una ricerca in una lingua che possa attraversare i confini nazionali e raggiungere le comunità scientifiche del mondo è oggi una necessità. A meno che non riusciamo a fare del nostro bell’Italiano la nuova lingua franca, ma dati i tempi vi sembra un progetto percorribile? Oppure, ricorriamo all’esperanto, anche nella ricerca scientifica…why not?

Oggi, il Ministro Profumo dice la sua

E oggi, 13 Aprile 2012, si aggiunge al dibattito  “la” voce politicamente più autorevole: Il Ministro Profumo. Intervistato da Andrea Rossi,   definisce il politecnico come “un esempio da seguire”

Rossi chiede: “Sbaglia chi teme una sorta di discriminazione alla rovescia per gli italiani?

Il Ministro risponde:

«Sì. In alcune discipline tecniche e scientifiche l’inglese è la lingua di riferimento. E questa novità non dovrà essere introdotta in tutte le università. Più che un ostacolo, a me sembra un’opportunità per il nostro sistema scolastico di migliorare, mescolando il sangue, costruendo nuovi rapporti tra studenti, e tra studenti e professori».

Leggetevi anche l’impietosa sezione Questions and Answers  sullo Stato dell’arte delle competenze in lingua straniera degli Italiani e degli Europei!

Aggiornamenti 2013

Ed ora tocca al ministro  Carrozza e al Sole 24ore. Leggi l’articolo di Massimo Mario Augello

L’Italia deve attirare i cervelli più brillanti

p.s. I apologize for the numerous links, (netiquette mistake!) which may, however,  help readers to focus  the issue.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: