• Mondo Fuori

    In questa colonna i widget sul mondo che circonda affascinailtuocuore

  • Verità per Giulio Regeni-“La tua verità? No, la Verità, e vieni con me a cercarla. La tua, tientela.” A.Machado y Ruiz (Poeta Spagnolo 1875-1939)

    L'Ambasciatore torna in Egitto. Pratica chiusa? Mai. Coraggio mamma Paola e papà Claudio, continuiamo ad esservi accanto.

  • Memoria e Rifugiati… Refugee Blues (1939), by W.H.Auden

    Poniamo che in questa città vi siano dieci milioni di anime, V’è chi abita in palazzi, v’è chi abita in tuguri: Ma per noi non c’è posto, mia cara, ma per noi non c’è posto...‎‎

  • Migranti, Rifugiati, Profughi: Viaggi e Diritti, in tempo di pace e di guerra

    15 gennaio-Giornata Mondiale del Rifugiato 2017-Diamo senso a queste ricorrenze! Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • Festa della Repubblica Italiana

    Teresa Mattei, Insegnante. La più giovane eletta all'Assemblea Costituente, ai giovani di oggi: "siete migliori di noi e lo dimostrerete coi fatti..."

  • Contromafie per non dimenticare

    « La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni. » Giovanni Falcone

  • Stragi di Maggio: sempre più vite spente, da Manchester Arena al Mar Mediterraneo. Bambini, Giovani, Adulti

    Stragi -Non dimenticheremo!Non dimenticate!

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • Siria: 6 anni di Indegnità. E la comunità Internazionale cosa fa?

    “Can you believe that a government and a state could bomb its own people. I’ll never understand this for as long as I live!" Yazbeck-The-Crossing. My journey to the shattered heart of Syria p.71

  • Oltre il confine-Salone Internazionale del Libro di Torino 2017

    18-22 Maggio 2017. È Oltre il confine il tema del 30° Salone Internazionale del Libro di Torino.

  • 14 Maggio 2017- Festa della Mamma

  • 1° Maggio, su coraggio! Io ti amo…

    Alto e basso.Guttuso e Tozzi. Tempo di contaminazioni...

  • Amo l’Europa. Prendiamola dal verso giusto…

    9 Maggio festa dell'Europa-Dopo 60 Anni dal trattato di Roma è tempo di cambiare qualcosa. Ma che resti il sogno e la realtà di un'Europa unita.

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • 22 Aprile-Giornata Internazionale della Terra 2017

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • 25 Aprile 2016- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • Con Amnesty International contro la pena di morte

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • Sabato 25 e Domenica 26 Marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

    Scopri i luoghi da visitare...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • 8 Marzo 2017- Donne in Marcia

    Sciopero Globale contro la violenza sulle donne

  • 27 Gennaio-Giornata della Memoria-Fatti e idee in Il Tempo e la Storia- RAI3

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti. Auguri, oggi e sempre eroi indispensabili!

    5 Ottobre 2016: con gli insegnanti per una società migliore

  • Retratos Y Amor Propio: storie di creatività fotosociale

    Ritratti di vite e corpi nello sguardo della Fotografa-Architetta Stefania Scamardi

  • Libriamoci a scuola- leggiamo ad alta voce!

    24-29 Ottobre 2016- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • A proposito di compiti e casa…Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Compiti fanno male! Pubblicato da NARCISSUS, è disponibile su AMAZON, GPLAY, ITUNES

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • 20 Novembre2015- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Tag

  • Follow Affascinailtuocuore on WordPress.com
  • Blog Stats

    • 72,939 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

  • vi aspetto qui

  • copyright foto

    La maggior parte delle foto inserite negli articoli provengono dalla Rete e sono pertanto da considerarsi di dominio pubblico. Tuttavia, gli autori o i soggetti coinvolti, possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: affascinailtuocuore@gmail.com

R.Saviano-Gomorra. E’ giunto il tempo che smettiamo di essere una Gomorra…(Don Peppino Diana)”

Roberto Saviano

Gomorra

Mondadori 2006

Questo libro è un trionfo dei sensi! È il colore dei container al porto di Napoli, è il suono delle parole spudorate nelle intercettazioni, è la puzza abbagliante  dei rifiuti/oro, è la sensazione visivo/tattile, eccitante e rischiosa dei coltelli in copertina. Parole come lame, lame come arte, con Warhol e i suoi Coltelli, (Knives) , lame taglienti, parole pesanti. È la vista di Angelina Jolie nel meraviglioso abito bianco “disegnato e costruito” da Pasquale…

Che personaggio Pasquale! Abile, raffinato, esperto  nell’arte sartoriale, che insegna ai cinesi  in lezioni memorabili, con traduzione simultanea dal secondiglianese al cinese;  fa abiti per le Grandi Firme, ma è come un topo, sempre al buio, di nascosto, mai palesemente apprezzato per le sue qualità. Rischia la vita per la sua arte. Ma arriva il momento del gran rifiuto che lo porta a lasciare il magico mondo dei bei vestiti  per mettere le sue  mani fatate sui volanti sporchi dei camion di monnezza. “Il miglior sarto sulla terra guidava i camion della camorra tra Secondigliano e il Lago di Garda”, accompagnato dal ritaglio di giornale nel portafoglio,  con la foto di Angelina Jolie che, splendida e sensuale, sfoggia l’abito di Pasquale, alla Notte degli Oscar!

Sensi… Come  il suono “melodiosamente mortale” dei Kalashnikov; il blabberante scorrere del cemento sui corpi delle persone.   E  il sentirti addosso lo schifo tangibile  dei rifiuti bruciati, la sensazione di essere sfogliato, e ridotto all’essenza solitaria: eliminato dalla vita. E conosci  e vieni a sapere cose che mai avresti immaginato, viaggiando per il mondo, “in compagnia” dei camorristi  vai in Africa, in Sud America, in Nord America, Australia, Scozia, Svizzera, Francia, Spagna etc etc.

Se sei nato in terra di camorra cerchi di  nasconderlo.

“Quando mi si chiede di dove sono, non rispondo mai. Vorrei rispondere del Sud, ma mi sembra troppo retorico. Quando poi me lo si chiede su un treno[ magari andando verso  Nord], mi fisso i piedi e fingo di  non aver sentito, poichè mi viene in mente Conversazione in Sicilia di  Vittorini e rischio, se solo apro bocca, di cantilenare la voce di Silvestro Ferrato. E non è il caso. I tempi mutano, le voci sono le stesse […] è giunto il tempo che smettiamo di essere una Gomorra…”

E’ tutto bello il libro! Pieno di pagine intense, scritte con rabbia violenta, che arriva al cuore. Emozionante il “pellegrinaggio” a Casarsa, sulla tomba di Pasolini.  E’ qui che Roberto comincia ad articolare il suo “Io so  e ho le prove…”. Da leggere e inghiottire in un sol boccone, amaro.

Perchè Gomorra? Don Peppino Diana, pulito, forte e libero  nella sua lotta convinta e leale contro la camorra   e il suo amico Cipriano ci aiutano a capire. Avrebbero voluto  firmarlo insieme quel discorso, ma   è arrivata la condanna a morte di Don Peppino, eseguita immediatamente e senza pietà. Cipriano  comincia a leggerlo con passione 

“Non permettiamo uomini che le nostre terre diventino terre di camorra, diventino un’unica grande Gomorra da distruggere! Non permettiamo uomini di camorra, e non bestie, uomini come tutti, che quello che altrove diventa lecito trovi qui la sua energia illecita, non permettiamo che altrove si edifichi ciò che qui viene distrutto[…] E’ giunto il tempo che smettiamo di essere una Gomorra…”

 

La conclusione è come un sacco di iuta, come il sacco che Papillon  porta con sè verso la salvezza. Il sacco di Saviano  recupera tutte le emozioni, i fremiti, i sudori di rabbia e di disgusto provati nel corso della lettura e te li getta sulle spalle.

Pesano, pesano molto, ma  ti  aiutano a salvarti.

“In terra di camorra combattere i clan non è lotta di classe, affermazione del diritto, riappropriazione della cittadinanza. Non è la presa  di coscienza del proprio onore, la tutela del proprio orgoglio. È qualcosa di più essenziale, di ferocemente carnale[…] Porsi contro i clan diviene una guerra per la sopravvivenza, come se l’esistenza stessa, il cibo che mangi, le labbra che baci,  le pagine che leggi non riuscissero a concederti il senso della vita, ma solo quello dellla sopravvivenza. E così “conoscere non è più una traccia di impegno morale. Sapere, capire diviene una necessità. L’unica possibile per considerarsi ancora uomini degni di respirare”.

 

Trasuda cultura, trasuda voglia di capire, coraggio, appartenenza. Senza retorica… Bello, non imparziale. Vero.

Anche l’Indice di questo libro  ha una dignità letteraria unica. E’ un elenco di mondi,  pieni di  paura e di speranza e tuttavia da esplorare, nel libro di Roberto Saviano:

PRIMA PARTE

Il porto

Angelina Jolie

Il Sistema

La guerra di Secondigliano

Donne

SECONDA PARTE

Kalashnikov

Cemento armato

Don Peppino Diana

Hollywood

Aberdeen, Mondragone

Terra dei fuochi

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: