• Expecting EXPO Milano …

    to change the world's attitude towards food and nutrition

  • DIRITTI DEI MIGRANTI in tempo di pace e di guerra: A che punto siamo, Europa?

    2015- Viaggi nell'abisso. Samia: “Il Viaggio è una cosa che tutti noi abbiamo in testa fin da quando siamo nati. Ognuno ha amici e parenti che l’hanno fatto, oppure che a loro volta conoscono qualcuno che l’ha fatto. È una creatura mitologica che può portare alla salvezza o alla morte con la stessa facilità. Nessuno sa quanto può durare. Se si è fortunati due mesi. Se si è sfortunati anche un anno o due…”p.122 -Non dirmi che hai paura-G.Catozzella

  • 23 Maggio 1992 Strage di Capaci- Ma le Idee Restano…e sono potenti!

    Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, insieme per la legalità

  • Salone Internazionale del Libro di Torino 2015

    14-18 Maggio 2014 nella Libreria più grande d'Italia...

  • 10 Maggio 2015- Festa della Mamma con AIRC

    Madri e Figli, Universi Paralleli Pluridimensionali

  • 9 Maggio 2015 Festa dell’Europa. Prendiamola dal verso giusto…

    Erasmus+ 2014-2020-Opportunità e risorse per progetti di mobilità in EU

  • Buon Primo Maggio

    La Storia che mi piace. Comunque...

  • 25 Aprile 2015- Festa della Liberazione dal nazifascismo

    La Storia che mi piace...Fiori di Aprile nel giardino d'Italia liberato

  • 23 Aprile-Giornata Mondiale del Libro

    Grazie Libro, perchè mi coccoli, mi accompagni, mi lusinghi, mi diverti, mi rattristi, mi aiuti, mi conforti, mi stimoli, mi persuadi, mi accusi, mi difendi, mi fai piangere, mi fai arrabbiare, mi fai incontrare il mondo, mi fai vivere!

  • 22 Aprile-Giornata della Terra 2015

    La Terra è "Un Pianeta Blù Senza Confini" (La Stampa)

  • Contro morte e violenza…

    A Tunisi l'8 marzo succedeva che...

  • 22 Marzo Giornata Internazionale dell’ACQUA

    con Bertoli e Ligabue, nel vento che soffia e l'acqua che scorre...

  • Sabato 21 e domenica 22 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera!

    Scopri i luoghi da visitare...

  • 21 Marzo-World Poetry Day. Arriva Primavera, in versi…

    Il verso è tutto. G.D'Annunzio, Il Piacere, II,1

  • Charlie Hebdo è ripartito!

    La paura non vince

  • Mi piace: la creatività fotosociale di Stefania Scamardi

  • Mi piace: Il Tempo e la Storia su RAI Educational

    "È uno dei capitoli più dolorosi della storia del Ventennio fascista: le leggi razziali del 1938, l’antisemitismo che diventa discriminazione, esclusione dalla vita pubblica. Fino alle deportazioni."

  • EVVIVA LA COSTITUZIONE

    reading musicato con brani da Calamandrei, Gramsci, La Boétie

  • CONTROMAFIE: Stati Generali per non dimenticare e per agire

    « La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni. » Giovanni Falcone

  • Progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

    Per la promozione della lettura dei quotidiani e la lettura in generale nelle scuole superiori Italiane

  • Libriamoci a scuola: leggiamo ad alta voce!

    29, 30 e 31 ottobre 2014- appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.

  • Pedagogia Democratica-L’EVIDENZIATORE DI Maurizio Parodi

    I Genitori Democratici si fanno sentire

  • Ottobre -Studenti in piazza per i diritti

    SI SCRIVE SCUOLA, SI LEGGE FUTURO

  • 5 Ottobre-Giornata Mondiale degli Insegnanti

    5 October 2014: Invest in the Future, invest in Teachers.

  • Io sto con Emercency

    sempre più guerre, sempre più vittime, Per fortuna che c'è Emercency.

  • A Siviglia la Passeggiata di Jane sulle azoteas

    per godere in compagnia dell'architettura del paesaggio andaluso, dall'alto...

  • Corriere della Sera in English

    Interested in catching glimpses of Italian Life? Follow the Corriere in English

  • Affascinailtuocuore su Liquida.it

  • Amnesty International Giornata mondiale contro la Pena di Morte

  • 20 Novembre2013- Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

  • Nessuno tocchi Caino

  • I Bambini e la Storia

  • agosto: 2012
    L M M G V S D
    « lug   set »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Categorie

  • Social

    • Follow Affascinailtuocuore's Blog on WordPress.com
    • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

    • Affascinailtuocuore e gli accessi dal mondo

      un viaggio colorato tra le bandierine dei visitatori

    • Blog Stats

      • 38,299 hits

    In viaggio con gli Happy Gays, tra “passato e futuro”

    the Four Happy Gays

    Gli Happy Gays si presentano così su  Facebook:

     

    Punk Rock band from Padova, Italy. The 4 Gay brothers want to be The Ramones. They play soulful, thoughtful music in R&R sauce

    Mi piace il loro  progetto,  soprattutto  per quello che  c’è dietro e dentro, nel tempo. Mi piace ricordare da dove vengono Mauro Gay, Vox; Murky Gay, Guitar; Iaie Gay, Bass; Fabio Gay, Drums.

    Vengono da un incontro magico con Prof Mauro, appassionato di musica e America, in una scuola speciale, l’ “IIS P.Scalcerle”  di Padova, dove la creatività degli studenti ha sempre potuto trovare il suo spazio (specie di pomeriggio, durante le attività integrative…)

    Oggi, dopo qualche anno di vita e di esperienze personali più o meno felici, il gruppo torna a farsi sentire. Quest’anno pubblica Back to the End, dieci brani più… sorpresa finale.

    Io  non amo particolarmente il genere di musica che gli HG suonano. La ripetitività del ritmo, talora alienante, non è nelle mie corde, sebbene ne apprezzi, in alcuni casi, l’effetto dirompente e rivoluzionario.

    the Happy GaysMi interessa invece passeggiare tra le parole e cercare di capirne sia il significato sia la modulazione su un ritmo così particolare. I Rockers e i poeti, in ogni caso, conoscono bene il ritmo dell’amore, delle sue estasi inebrianti e delle sue voragini dolenti.

    Molto semplicemente e senza pretese esegetiche, tocco le lyrics e fuggo…

     

     

    Let me run

    Mito della velocità e del rischio estremo alla James Dean. Ma la frenata arriva in tempo! “I feel free to drive top speed[but]I’ll respect the law” Ti senti libero, quando guidi al massimo!  Ma rispetti la legge “esterna” e, soprattutto, quella “interna”, ben più importante e regolata dai tuoi più profondi sentimenti di vita. “Rischio solo e tanto, quando sono solo, con la mia macchina”. A proposito,vi ricordate le drives di scoperta tra le brughiere del Nord-Est Inglese, sotto nuvole grigie di pioggia e immediati sprazzi di sole caldo e luce, in un cielo radiante che  d’un tratto diventa “religioso”?

    Mindy’s got diarrhea

    Tema bizzarro, molto “corporeo”. Traspare anche un po’ di timore e di sofferenza impotente di fronte a chi sta male, specialmente se è una persona a cui in qualche modo tieni… Il resto? Una bella serata “rovinata” da pizza e seafood malandrini!

    My hair is ok

    Un punk allo specchio? Un’anima che scruta se stessa? Torna il gusto di “shock-are” la gente sotto le spoglie di  un Punk o di un novello Calibano, o di un semplice spirito, half bad-half good, in cerca di se stesso.

    Ugly when I study

    Questo testo mi riporta indietro di alcuni anni, quando lo studente Marco dimostra ben poco interesse per le faccende scolastiche, di contro, coltiva la sua grande passione per la musica e allora, non deve essergli sembrato vero sentire la sua Prof di Inglese invitarlo a  scrivere una canzone in Lingua, se proprio non riesce ad esercitarsi nello scritto in altro modo! Ed ecco che la mattina seguente arriva lo studente “ispirato”, con un breve testo in Inglese, molto “basic”, ritmato e musicale: Marco dice che è il testo di una canzone su cui sta lavorando. Ugly when I study sembra richiamare quella situazione…

    Stay with me

    Love, love, love… Se non fosse per la musica, sarebbe una sdolcinata poesia adolescenziale!  Un’ accorata preghiera all’amore, in salsa rock, tra notte folli, fuochi ardenti e dolci sogni tra le braccia l’uno dell’altra. La contraddittorietà è parte del gioco?

    It’s all right

    Sembra il racconto dell’ordinaria vita di un ordinario essere umano che forse non ama ciò  che fa e tollera appena le persone che gli sono vicino e lo cercano. E, tutto sommato, it’s all right. Troppa fatica decidere altrimenti. Gli altri rideranno di te, delle tue scelte, della tua  donna “appiccicosa”? No problem, it’s all right. Difficile che le cose cambino… L’abbraccio dell’impotenza psicologica è stritolante e forse mortale, ma…it’s all right!

    The Lonely Man Rock and Roll

    Anche in questo brano il grido di dolore è straziante e lacerante. Quando un amore finisce funziona proprio così. Chi se ne va e chi resta, solo. E sono lacrime, notti in bianco e insopportabili crisi di astinenza. Bello il gioco di luci tra bianco e nero. Non ci sono zone d’ombra e di grigio, ma taglienti lame di luce e di nero profondo. E mi chiedo ancora una volta: dietro le parole pronunciate da questa “fallen soul”, c’è davvero la musica “incazzata” punk-rock? La voce, comunque, evoca fumose atmosfere americane, con retrogusto di stanchezza…e affascina.

    All because of my bad luck

    Mi piace, forse perchè ha una sua struttura narrativa, quasi una ballata, che ti cala in quelle pigre atmosfere americane o messicane, dove ci si chiede sempre perché le cose accadano, ma poi ci si consola pensando che è solo sfortuna, la tua stramaledetta,“bloody”sfortuna…

    To You

    Le parole danno il ritmo giusto alla musica (o viceversa?cosa viene prima?), l’effetto appare più armonioso e questo mi piace. Il testo? Si rimane, si lascia,  tutto in continuità con le altre Lyrics: si soffre o si fa soffrire… Mi piace il senso di “splitting” che traspare, la sospensione tra passato e futuro, saltando il presente perché incapaci di gestirlo. Ma intanto è dura…e bisogna vivere.

    Stai con me…(?)

    Si torna all’Italiano per chiudere il CD. Bella l’idea! E’ quasi un invito a continuare un discorso, solo iniziato. Aldilà di rapporti finiti e di ricordi notturni incombenti ed ingombranti, questa chiusura apre verso il futuro. Invita ad andare oltre la sofferenza che imprigiona la luce delle stelle. Ma non è che, a volte, ci piace sentirci “così prigionieri”?

    Ad Maiora Happy Gays!

    Iscriviti

    Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

    Unisciti agli altri 179 follower

    %d blogger cliccano Mi Piace per questo: